19 Giugno 2024
CuriositàCos'è

Cos’è la Malattia X: sintomi, tasso mortalità e diffusione

In queste ore si sta parlando della Malattia X, ma cos’è? A dare l’annuncio di preoccupazione di un’altra pandemia dopo quella del Covid-19 sono gli esperti dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Questo virus potrebbe essere molto più pericoloso del Coronavirus, provocando la morte di milioni di persone. Può colpire in qualsiasi momento e, per tale motivo, gli esperti stanno monitorando la situazione dei virus attualmente in circolazione. Si parla di conseguenze disastrose per le vite umane e la spesa pubblica per la sanità. Vediamo ora tutto quello che c’è da sapere al riguardo. Va precisato che per il momento si tratta di una previsione e che non ci sono ancora dati certi.

Cos’è la Malattia X e cosa si sa sui sintomi

Al momento la Malattia X non è stata identificata. Per questo, gli esperti per il momento stanno utilizzando questo nome per classificare una malattia che potrebbe causare un’altra pandemia. Infatti, è ancora ignota, ma l’Oms è certo che arriverà e colpirà tutti i Paesi del mondo. Questa malattia dovrebbe essere ancora più devastante del Covid-19. A favorire l’insorgere del nuovo virus sarebbero vari fattori, come la globalizzazione, il sovrappopolamento e la deforestazione. Per quanto riguarda i sintomi della Malattia X, in quanto è ancora ignota, non si conoscono i dettagli. Non è, al momento, possibile prevedere quali saranno.

Ci sono milioni di virus in circolazione, che ancora gli scienziati non hanno identificato e che potrebbero appunto scatenare la nuova pandemia. Attualmente non c’è allarmismo, ma le condizioni sono favorevoli all’avvio di una nuova epidemia mondiale.

Malattia X: tasso di mortalità e di contagio

La Malattia X potrebbe causare più morti di quelli avvenuti durante la pandemia del Covid-19. Secondo gli esperti, che hanno già fatto le loro stime, il tasso di mortalità di questo virus potrebbe essere come quello dell’Ebola, ovvero del 67%. Per quanto riguarda la diffusione e il contagio, si pensa che possa contagiare come il morbillo. Secondo l’Oms è importante ora scoprire i vari prototipi di vaccini per ogni famiglia di virus attualmente in circolazione più pericolosi. In questo modo, si potrebbe partire in vantaggio.

Immagine in evidenza: Foto di Miroslava Chrienova da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *