20 Giugno 2024
CuriositàStoria

Perché l’Iran attacca Israele, in breve: riassunto con punti chiave

C’è un motivo, ovviamente, per cui l’Iran ha attaccato Israele. Tra i due Paesi del Medio Oriente c’è un odio che risale a diverso tempo. Infatti, le radici di questo astio sono davvero profonde. Nella notte tra sabato 13 e domenica 14 aprile 2024, come gli Stati Uniti avevano previsto e annunciato, l’Iran ha lanciato una serie di attacchi su Israele. Ciò è accaduto dopo una mossa del Paese israeliano, che ha ucciso Mohamed Reza Zahedi durante un raid a Damasco. Quest’ultimo era un alto rappresentante delle Guardie rivoluzionarie. Ma vediamo tutte le risposte alle principali domande.

Iran attacca Israele, perché

L’Iran ha dichiarato, dopo l’attacco della notte tra sabato e domenica 13 e 14 aprile 2024, di aver compiuto la sua missione. Secondo quanto dichiarato da Teheran, l’attacco è avvenuto per il raid compiuto a inizio mese da Israele a Damasco, durante il quale sono morti alti rappresentati iraniani. Prima d’ora, l’Iran non aveva mai lanciato un diretto attacco sul territorio israeliano.

L’attacco risalente al 1° aprile al consolato a Damasco non è mai stato rivendicato da Israele, ma per tutti è scontato che ci sia il suo zampino, visto che dal 7 ottobre è impegnata nella guerra della Striscia di Gaza. Proprio in questo periodo, l’Iran si è schierato dalla parte della Palestina. Ma un tempo non erano questi gli schieramenti in Medio Oriente.

Perché c’è odio tra Israele e Iran?

Dietro le tensioni tra Israele e Iran ci sono le divergenze religiose, geopolitiche e ideologiche. 

Iran sostiene i gruppi anti-israeliani, come Hezbollah nel Libano e Hamas nei Territori palestinesi. Inoltre, l’Iran sostiene governi ostili a Israele, come la Siria.

Israele vede l’Iran come una minaccia, questo a causa del suo programma nucleare e delle dichiarazioni dei leader iraniani contro il territorio israeliano.

Israele è a maggioranza ebraica, mentre l’Iran a maggioranza sciita. Queste sue tradizioni religiose sono da anni in contrasto tra loro.

Come si può immaginare, tutto questo ha un’origine e una storia. Un tempo, infatti, gli schieramenti in Medio Oriente non erano quelli attuali.

Foto di Peggy und Marco Lachmann-Anke da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *