21 Aprile 2024
Cos'èStoria

Cos’è Hamas in breve: perché attacca Israele, dove si trova, alleati

Hamas attacca Israele nell’ottobre del 2023, dando inizio a una nuova guerra. Ma cos’è? Si tratta di un’organizzazione terroristica, noto per la sua natura islamista, sunnita e fondamentalista. Inoltre è l’acronimo di Harakat al-Muqawama al-Islamiyya, Movimento Islamico di Resistenza. L’organizzazione è suddivisa in due parti: una politica che governa la Striscia di Gaza dal 2006 e una militare chiamata Brigate Ezzedin al-Qassam. L’organizzazione è ritenuta terroristica da diversi Paesi Occidentali: Stati Uniti, Unione Europea, Giappone e Canada. La stessa Israele ritiene che Hamas sia un’organizzazione terroristica.

Perché Hamas attacca Israele? Riassunto

In breve, l’obiettivo di Hamas è quello di svolgere la sua guerra santa, ritenendola necessaria per far tornare tutta la Palestina fino ai confini del 1948, compreso lo stato di Israele. Negli ultimi anni, la situazione si era leggermente riappacificata, in quanto l’organizzazione aveva accettato lo stato palestinese nei confini del 1967. Ma da chi è finanziata Hamas? I finanziatori sono soprattutto Iran, Arabia Saudita e Qatar, ma anche altri Paesi. Oggi i militanti di Hamas non accettano di riconoscere lo Stato di Israele, che secondo loro andrebbe distrutto. Sono loro che hanno alimentato il conflitto con Tel Aviv.

Nel 2004 è morto la loro vecchia guida di Yassin, ucciso da un attacco di Israele. Rifiutano la politica più moderata di Fatah, l’altro movimento palestinese capitanato da Mahmoud Abbas, il quale comanda anche l’Olp, l’Organizzazione per la liberazione della Palestina. Quest’ultima negli anni ’90 ha preso gli accordi di pace di Oslo con Israele, mentre Hamas si è sempre rifiutata di farlo. Usando il modello iraniano, Hamas ha imposto i principi della legge islamica e nel 2006 ha ottenuto il controllo di Gaza. Qui ci sono gli scontri più drammatici dell’esercito israeliano.

Khaled Qadomi, portavoce di Hamas, ha dichiarato ad Al Jazeera che questa operazione militare rappresenta una risposta a tutte le atrocità che i palestinesi hanno dovuto subire negli anni. Queste le ragioni esposte sull’inizio di questa fase della guerra:

“Vogliamo che la comunità internazionale fermi le atrocità a Gaza, contro il popolo palestinese e contro i nostri luoghi santi come Al-Aqsa. Tutte queste cose sono la ragione per cui abbiamo iniziato questa battaglia”

Cos’è Hamas e chi sono i suoi finanziatori: il riassunto

Hamas è un’organizzazione nata negli anni ’80, durante la protesta palestinese della Prima Intifada. Non riconosce Israele con una Repubblica islamica di Palestina. Oltre gli alleati sopracitati, va segnalata anche la Turchia di Recep Erdogan. Ma oggi è l’Iran il maggiore alleato di Hamas, secondo quanto fanno sapere i servizi israeliani. Pare che stia finanziando l’organizzazione con milioni e milioni di dollari al mese, versati tramite gli islamici di Hezbollah, i quali controllano la zona del Sud del Libano.

Foto di 429687 da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *