28 Maggio 2024
Film e Serie TVStorie vere

The Railway Men: Bhopal 1984, storia vera e finale spiegato

Dal 18 novembre 2023 è disponibile su Netflix The Railway Men: Bhopal 1984. Si tratta di una miniserie drammatica basata su fatti realmente accaduti. Composta da soli 4 episodi, racconta il coraggio mostrato da alcuni eroici ferrovieri, che hanno cercato di salvare varie persone mentre centinaia di cittadini della cittadina indiana muoiono attraverso la furiuscita del gas mortale, causata da un grave incidente. Scendendo nel dettaglio, la miniserie su Netflix racconta la tragedia di Bhopal, che rappresenta uno dei più grandi disastri industriali. Ma vediamo ora insieme qual è la storia vera e come finisce la serie.

The Railway Men: Bhopal 1984, la storia vera

The Railway Men: Bhopal 1984 racconta la storia vera della tragedia di Bhopal, uno dei grandi disastri industriali della storia. Nella notte tra il 2 e il 3 dicembre 1984 una fuoriuscita di gas da un impianto di pesticidi ha colpito oltre 6 milioni di persone, di cui 2mila hanno perso la vita. Sulla base di questa tragedia, la miniserie parla di ciò che hanno fatto alcuni impiegati delle ferrovie, affiancati da un agente di polizia, per salvare più persone possibilie. Precisamente l’incidente è avvenuta nell’azienda di pesticidi Union Carbide India Limited (UCIL), che preduceva il pesticida Sevin. Un gas tossico, chiamato isocianato di metile (MIC), è uscito fuori da un serbatoio di stoccaggio.

Migliaia di persone sono state subito esposte a fumi mortali. Ma cosa ha causato la tragedia di Bhopal? La causa della perdita di gas è collegata all’ingresso dell’acqua nel serbatoio di stoccaggio MIC. Questo ha causato una reazione una reazione chimica che ha rilasciato una grandissima quantità di gas tossico. L’impianto era sprovvisto di adueguate misure di sicurezza. Il gas nocivo si è diffuso in modo veloce nei quartieri più popolati, intorno all’impianto. Ovviamente ci sono state delle conseguenze, devastanti. Migliaia di persone sono morte già nei primi giorni. Chi è sopravvissuto ha riportato gravi sintomi e ci sono stati altri decessi.

La tragedia di Bhopal ha generato una certa indignazione nel mondo, con tante richieste di giustizia. La società madre dell’impianto, Union Carbide Corporation, situata negli Stati Uniti, ha dovuto affrontare azioni legali. Ha poi trovato l’accordo con il governo indiano per 470 milioni di dollari, nel 1989. Molti hanno ritenuto, però, che questo accordo fosse inadeguato e che non andasse a rendere giustizia alla sofferenza umana causata da una loro disattenzione. Si stima che siano più di 500mila le persone che vivevano nelle città intorno all’impianto che sono state colpite dalla tragedia. Ci sono state, inoltre, tante persone che hanno cercato di salvare i cittadini interessati.

Come finisce The Railway Men: Bhopal 1984, il direttore riesce a salvare le persone?

come finisce The Railway Men: Bhopal 1984
Netflix

Nel corso degli episodi di The Railway Men: Bhopal 1984, il capostazione decide di collegare il Gorakhpur Express al treno che stava usando per salvare i sopravvissuti. Il direttore della stazione ordina all’autista di lasciare la stazione entro tre minuti. Mentre sta collegando i due treni, Bandit impedisce alle persone di uscire dal treno e respirare l’aria tossica. Intanto, una grande folla giunge alla stazione. Queste persone che cercano di andare via da Bhophal vengono aiutate a prendere il treno. In tre minuti, il capostazione parte come da ordine. Bandit viene a sapere che sta arrivando un treno di soccorso e così resta ad aiutare, anche se sa che potrebbe morire.

Resta anche il capostazione. Quest’ultimo, però, perde conoscenza dopo aver salvato la famiglia dell’amico di Imad. Prima Bandit gli fa sapere che è riuscito a salvare tutti.

The Railway Men: Bhopal, Rati arriva a Bhopal? Imad muore?

come finisce The Railway Men: Bhopal 1984
Netflix

Rati disobbedisce agli ordini del ministro e porta la squadra di soccorso a Bhopal. Qui scopre che vari ferroviari di diverse città stanno disobbedendo agli ordino e arrivano ad aiutarlo. Ma c’è un problema: il treno su cui sta viaggiando Rati e il Gorakhpur Express sono sullo stesso binario, ma viaggiano nella direzione opposta e rischiano di scontrarsi. Prima di morire, Imad usa le sue ultime forze per cambiare la pista del Gorakhpur Express. Così il treno di soccorso raggunge Bhopal e i malati ricevono aiuto.

A questo punto, il ministro delle ferrovie chiede a Rajeshwari di licenziare chi ha deciso di sostenere Rati, così da avere un capro espiatore. Questa volta, Rajeshwari non accetta l’ordine e dimostra di essere pronto ad aiutare. Infatti, si assume la responsabilità di aver comunicato male gli ordini del ministro e si dimette. Rajeshwari torna a casa e aspetta il ritorno del marito, che è a Bhopal.

The Railway Men: Bhopal 1984, cosa succede a Union Carbide?

Nel finale di The Railway Men: Bhopal 1984, cosa succede all’azienda Union Carbide? Il rapporto Tyson che Kumruddin gli stava per consegnare viene trovato da Kumawat, mentre cerca i rapporti di Nafisa. Ma ecco che il rapporto va a favore di Union Carbide, in quanto riporta che tutti gli errori commessi in fabbrica sono stati corretti. Da questo si capisce che Union Carbide non si ritrova di fronte alle conseguenze che dovrebbe avere. Infatti, le persone colpite sopravvissute non hanno ottenuto un adeguato risarcimento per le sofferenze provate.Quella notte Nafisa ha partorito suo figlio, il quale ha subito dei danni neurologici, ma è sopravvissuto.

The Railway Men: Bhopal 1984 spiegazione del finale, il capostazione non è morto

Verso il finale di The Railway Men: Bhopa 1984l su Netflix, Bandit crede che il direttore della stazione sia morto. Così ruba le chiavi della cassaforte della stazione e poi anche i soldi per i quali è arrivato a Bhopal. Le autorità stanno identificando i corpi dei lavoratori ferroviari e Bandit sente uno dei sopravvissuti dire alla polizia che c’è l’ipotesi che il capostazione abbia approfittato della situazione per rubare i soldi e fuggire. Non può lasciare che la reputazione dell’uomo si sporchi così dopo averlo visto dare la sua vita. Pertanto, lascia i soldi nella cassaforte e prende solo una banconota. Poi Bandit parte per Delhi e incontra Kumawart.

Avviene un salto temporale di un anno: Bandit torna a Bhopal per trovare il direttore della stazione, che non è morto! Ebbene quest’ultimo si è svegliato quando il suo corpo stava per essere cremato. Suo figlio l’ha trovato vivo e l’ha riportato acasa. Il direttore continua a lavorare alla stazione ferroviaria di Bhopal. Bandit lo raggiunge e capisce che l’uomo sa che ha rubato e poi restituito i soldi. Gli consegna così l’unica banconota che aveva portato con sé. Il capostazione gli consiglia di lasciare perdere le rapine. The Railway Men: Bhopal finisce con Bandit che gli rivela il suo vero nome: Balwant Yadav. In questo modo, fa intendere di non voler più rubare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *