25 Aprile 2024
Film e Serie TV

Art of Love (2024) come finisce il film turco: spiegazione finale

Dal 14 marzo 2024 è disponibile su Netflix Art of Love. Si tratta del nuovo film turco che sta appassionando gli abbonati alla piattaforma. Una commedia di genere romantica, diretta da Pelin Karamehmetoğlu e scritta da Recai Karagöz. Protagonista è l’attore Birkan Sokullu, conosciuto per aver recitato ne La ragazza e l’ufficiale. La trama vede al centro della scena un’agente dell’Interpol che, dopo aver scoperto che il ladro d’arte che sta cercando è il suo ex fidanzato, mette in atto un piano per catturarlo.

Art of Love su Netflix: la trama del film

Il film Art of Love inizia con Alin, un’agente dell’Unità furti d’arte dell’Interpol, che sta cercando di catturare un ladro che ruba preziosi dipinti nei musei in tutto il mondo. Il ladro non ha come scopo quello di ottenere denaro. Alla fine Alin riesce a capire qual è il suo prossimo colpo e resta sconvolta quando scopre che si tratta del suo ex fidanzato. Quest’ultimo è Güney, un uomo d’affari miliardario che era scomparso improvvisamente quando stavano per sposarsi. Ora lo deve affrontare per catturarlo.

Art of Love finale: Alin corre da Güney per salvarlo

Nel finale di Art of Love, Güney decide di compiere il suo prossimo furto nella casa di Faysal, un boss del crimine. Quest’ultimo invita lui e Alin a vedere la sua collezione d’arte privata. Si può accadere al caveau solo con riconoscimento facciale e attivazione vocale. Per entrare al suo interno, Güney usa un registratore vocale e un ologramma generato con l’Intelligenza Artificiale. Ma proprio in quel momento Faysal ha deciso di sorprendere una donna con la sua collezione d’arte. Güney è ignaro di questo e va avanti con il suo piano.

Faysal sta per entrare, ma poi inaspettatamente va via. Il suo cambio di rotta dipende da Alin, la quale viene catturata dalla sicurezza mentre si sta intrufolando nella proprietà. La donna rivela a Faysal di essere un’agente dell’Interpol e lo avverte che Güney sta per rubare nel suo caveau. Ma ormai è troppo tardi. Faysal diventa violento con Alin, che viene poi salvata dagli altri ufficiali. Il giorno dopo, Alin si sveglia e trova il boss nel suo appartamento. Ora Faysal sa che è stato Güney a rubare nel suo caveau. L’agente corre dal ladro per avvertirlo, prima che il criminale arrivi.

Art of Love spiegazione finale: perché Güney è diventato un ladro?

Quando Alin giunge da Güney per salvarlo da Faysal scopre la verità. Il ladro confessa che sapeva già che lei è un agente dell’Interpol e che ha pianificato tutto per catturarlo. Güney spiega poi di essere scomparso per sei mesi e di averle spezzato così il cuore perché si trovava in un carcere in Messico per un furto. Intanto, Faysal li sta raggiungendo e Güney trasporta Alin sul tetto, da dove devono salite su un elicottero. Insieme raggiungono il luogo segreto nel bosco dove il ladro conserva tutti gli oggetti di valore rubati.

Güney racconta perché ha iniziato a rubare. Innanzitutto, suo nonno, un pittore di talento ma non riconosciuto, gli ha trasmesso l’amore per l’arte. Inoltre, è sempre stato un miliardario triste e annoiato. Quando è uscito per la prima volta con Alin ha notato come il valore della Gioconda, rubata, stesse aumentando di valore. Così Güney ha deciso di fare lo stesso con altre opere d’arte. Dopo questa confessione, arrivano gli uomini di Faysal. Alin prende la situazione in mano e con Güney fugge via.

Come finisce Art of Love: spiegazione del finale

Nel finale di Art of Love, dopo un breve inseguimento, Güney e Alin si ritrovano intrappolati sul bordo del lago. Mentre Faysal tiene tra le mani una pistola, il ladro vuole che l’agente gli confessi il suo amore. Esce fuori che, quando è entrato nel caveau di Faysal, Güney ha raccolto le prove della collezione d’arte che l’uomo aveva rubato e l’ha date a Ozan, il collega di Alin. Ed ecco che entra in scena la squadra dell’Interpol, che salva i due innamorati e arresta Faysal. Alla fine, Alin decide di non far arrestare Güney, a cui dichiara il suo amore e dà un bacio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *