25 Febbraio 2024
Calcio NewsSport

Juventus, ecco il nuovo CdA: l’addio di Agnelli e chi è Ferrero

Nuovo CdA per la Juventus con Andrea Agnelli che lascia il suo posto da presidente a Gianluca Ferrero. Oggi c’è stata l’Assemblea degli Azionisti per il club bianconero, che ha un nuovo Consiglio di Amministratore composto anche da Scanavino, Fioranna Vittoria Negri, Diego Pistone e Laura Cappiello. Il loro mandato durerà per tre esercizi ovvero fino al 30 giugno 2025. Si apre così una nuova storia per la Juventus con il presidente Ferrero, il quale ha già promesso ai tifosi bianconeri il massimo impegno sia nel settore sportivo che in quello giudiziale.

Juventus ha un nuovo CdA: chi sono e prime dichiarazioni di Ferrero

Sono stati definiti i cinque componenti del Consiglio di Amministrazione: Fioranna Vittoria Negri, Maurizio Scanavino, Gianluca Ferrero, Diego Pistone e Laura Cappiello. Con Agnelli che si fa da parte, Ferrero si prende la scena. Come riporta Sky Sport, il nuovo presidente della Juventus: “Lavoreremo per costruire un futuro che sia all’altezza del passato glorioso della Juve”. Non solo, Ferrero si è lasciato andare a un lunghissimo discorso e, intanto, prende lo scettro tra le sue mani. Ha dichiarato di aver assunto questo incarico “con grande emozione, ma anche con grandissimo orgoglio”. In particolare, ha voluto ringraziare chi l’ha preceduto, Agnelli. Spera di essere all’altezza e di poter onorare questa maglia come merita. Il suo primo pensiero, però, va ai tifosi bianconeri: “Sono sempre stati la forza della Juve e il suo cuore”.

Il nuovo presidente del club bianconero ha ammesso di aver trovato i tifosi “smarriti, dubbiosi, timorosi e preoccupati del futuro di questa nostra società”. E a tutti loro Gianluca Ferrero ci ha tenuto a fare una chiara promessa:

“Proprio per i tifosi voglio essere molto chiaro: quando ho assunto questo impegno, l’ho fatto con l’idea di dare il massimo del mio impegno per questa squadra. Lavoreremo per costruire un futuro che sia all’altezza del suo passato glorioso che ne ha fatto una gloria nel mondo sportivo, ma soprattutto la società più forte del calcio italiano. Ci attendono delle sfide. Riteniamo di avere la competenza per difendere la Juventus in tutte le sedi competenti, ovvero penale, sportiva e civile. Lo faremo con determinazione e rigore, ma anche con pacatezza e senza nessuna forma di arroganza. Rispetteremo tutti, ma vogliamo uguale rispetto per discutere nelle sedi competenti le motivazioni del nostro agire”

Agnelli, le ultime parole mentre lascia la Juve

Si è chiuso un lunghissimo capitolo della storia della Juventus, che ha preso inizio il 19 maggio 2010. Questa data ha segnato l’inizio della presidenza di Andrea Agnelli, che ha dovuto ricostruire una squadra distrutta dal Calciopoli. Con lui al timone, il club ha vinto ben 19 trofei. Purtroppo il finale non è stato quello sperato all’inizio. Infatti, è stato segnato dal declino, dallo scivolone legato alla SuperLega e alle inchieste giudiziarie che hanno portate alle sue dimissioni. Ecco le dichiarazioni principali fatte da Agnelli oggi per salutare la sua Juve:

“Avrete in me un grandissimo tifoso. Ho deciso io di fare un passo indietro. Con Elkann rapporto solido. I nostri regolatori non colgono le differenze tra gioco e industria. Si chiude un capitolo importante”

Intanto, anche Nedved ci ha tenuto a dire qualcosa, parlando direttamente con Agnelli: “Grazie per la nostra amicizia”.

Chi è Ferrero il nuovo presidente della Juventus

Ma chi è il nuovo presidente della Juve dopo Agnelli? Gianluca Ferrero è un commercialista torinese classe 1963. Si è laureato in Economia e Commercio all’Università di Torino e dal 2008 è membro dell’International Fiscal Association. Equity partner dello Studio SCGT, ricopre la carica del membro del collegio sindacale di società che fanno parte di gruppi italiani e multinazionali, che operano soprattutto nei settori automotive, finanziario e della ricerca bio farmaceutica.

Immagine in evidenza di Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *