25 Aprile 2024
Film e Serie TV

La mia prediletta finale: come finisce e verità su storia vera

Dal 7 settembre 2023 è disponibile su Netflix La mia prediletta. Si tratta di una nuova miniserie basata sull’omonimo romanzo di Roman Hausman. La serie prende inizio con una donna che vive in isolamento con due bambini. La sua fuga dalla straziante prigionia porta gli investigatori a indagare verso una cruda realtà che va a risolvere un caso di scomparsa di 13 anni fa. Ma vediamo ora insieme qual è il finale di questa nuova miniserie di Netflix e se è una storia vera oppure no.

La mia prediletta è una storia vera?

No, la miniserie del 2023 non è basata su una storia vera. Quanto viene raccontato nella serie è ispirato interamente al romanzo di Romy Hausmann, che ha scritto la storia di sua fantasia. Isabel Kleefed e Julian Pörksen hanno lavorato insieme per adattare il libro al piccolo schermo. Va considerato che casi come questi, in cui sono state rapite ragazze o bambine, diventate poi madri dei loro rapitori, purtroppo sono avvenuti davvero nella realtà. Ma la miniserie e il romanzo non si basano comunque su una storia in particolare.

La mia prediletta: riassunto della trama della serie

come finisce la mia prediletta
Netflix

Lena e i suoi due figli Hannah e Jonathan vivono in un appartamento tutto il giorno, dove hanno determinate abitudini e rigide regole da seguire. Quando arriva il loro papà si posizionano di fronte a lui e aprendo le loro mani mostrano che non hanno da nascondere. Hannah e Jonathan sono bambini sereni, mentre Lena appare infelice e viene spesso punita perché si ribella. Ed ecco che un giorno riesce a fuggire e vaga per la foresta. Raggiunge l’autostrada, ma viene investita da un’auto. Lena viene trasportata con Lena in ospedale con Hannah. A questo punto, entra in scena l’agente Gerd Bühling, il quale si mette in contatto con Matthias e Karin Beck, una coppia che da 13 anni cercano la loro figlia scomparsa.

L’investigatore principale del caso è il detective Aida Kurt, la quale si reca di in ospedale per interrogare Hannah. Intanto, nell’appartamento, Jonathan sta pulendo una macchia di sangue sul tappeto, mentre il papà dorme accanto a lui. In ospedale, invece, l’infermiera Ruth si rende conto che Hannah dice cose strane. Matthias e Karin arrivano in ospedale, ma si dicono certi del fatto che Lena, che ha appena effettuato un intervento chirurgico, non è la loro figlia. Invece notano che Hannah è esattamente come era Lena quando era una bambina. Nel frattempo, la polizia inizia a indagare nella foresta e trova un complesso militare abbandonato.

La mia prediletta: di chi sono figli Hannah e Jonathan

Nel corso della serie La mia prediletta, Lena riprende conoscenza e una voce nella sua testa continua a dirle che non può rispondere a nessuna domanda. Intanto, Hannah viene portata in una struttura medica e la polizia trova l’appartamento dove c’è Jonathan nascosto. Nel frattempo, Lena finalmente rivela la sua identità: si chiama Jasmin ed è stata prigioniera per cinque mesi. Hannah e Jonathan, in realtà, sono i figli di Lena, la ragazza scomparsa anni fa.

Attraverso un flashback scopriamo che Jasmin è stata rapita in un garage e poi è stata costretta a diventare Lena dal suo rapitore. Gerd e Aida ora devono scoprire la vera identità dell’uomo e soprattutto quante persone sono state coinvolte in tutto questo, visto che Hannah e Jonathan risultano avere dei padri diversi. Vengono così trovate le prove che sono state rapite altre donne prima di Jasmin. Intanto, Matthias Back vuole prendersi cura di Hannah, che è appunto sua nipote, ma sua moglie Karin non si sente pronta. Invece Jasmin viene dimessa dall’ospedale, però non riesce ancora a riprendersi dal trauma vissuto e si accorge che papà la sta ancora osservando. Gerd si rende conto che qualcosa non va e inizia a tenerla d’occhio.

Finale La mia prediletta: come riesce a fuggire Jasmin?

Verso il finale de La mia prediletta si scopre come riesce a fuggire Jasmin. La donna colpisce il rapitore con un globo di neve alla testa, lasciandolo cadere sul pavimento. Dopo di che, corre fuori dalla casa e chiede ai bambini di seguirla. Hannah, però, consiglia a Jonathan di restare indietro per pulire tutto fino a quando non si sarebbe svegliato papà. Quando Jasmin viene investita dall’auto, l’autista tenta di aiutarlo, ma Hannah lo colpisce alla testa con un ramo. Dopo di che, chiede a papà di tenere con loro Jasmin, in quanto è in grado di raccontare loro delle storie proprio come la loro prima mamma. A questo punto, papà prepara il tutto in modo che possa recuperarli in seguito.

Come finisce La mia prediletta: chi è papà?

Aida e Gerd nel corso della serie La mia prediletta cercano di scoprire chi è papà, ovvero il rapitore. In particolare, puntano l’attenzione sui dipendenti della compagnia di sicurezza che sorvegliava la struttura. Gerd inizia ad avere dei dubbi sul proprietario, Lars Rogner. Insieme ad Aida, trova una foto che ritrae l’uomo quando era un bambino insieme alla madre e un’altra in cui è con il nonno che l’ha cresciuto. Sua mamma era una donna che somigliava molto a Lena. Non ha mai conosciuto il padre e a crescerlo sono stati i suoi nonni. Quando si è recato a casa dei Beck per un controllo di sicurezza, ha conosciuto Lena ed è iniziata la sua ossessione per lei.

La mia prediletta: spiegazione del finale

come finisce la mia prediletta
Netflix

Verso il finale de La mia prediletta, Hannah si trasferisce da Matthias, sebbene Karin abbia bisogno ancora di tempo. Intanto, Lars fa visita alla bambina. Aida capisce che è lui il rapitore e mostra le vecchie foto a Jonathan. Intanto, Gerd resta fuori dall’appartamento di Jasmin e la vede uscire. Ebbene Jasmin e Hannah vanno con Lars verso la loro nuova casa. Durante il viaggio, Jasmin chiede a Lars di fermarsi in spiaggia. La donna ha con sé un coltello, ma Lars la anticipa e glielo porta vita.

Durante l’ultimo periodo Jasmin ha finto di essere di nuovo sotto il controllo di Lars. In realtà, ha portato con sé, in segreto, un pezzo di vetro affilato. Sa che l’unico modo per fuggire è quello di ucciderlo e lo fa! Con quel pezzo di vetro, Jasmin uccide Lars. Poco dopo arriva sulla spiaggia Gerd, il quale chiede a Lars, che sta morendo, di dire dove ha seppellito Lena. I Beck finalmente arrivano a una conclusione sulla scomparsa della figlia quando viene trovato il corpo, a cui viene data una degna sepoltura. La coppia continua a vedere la nipote Hannah, la quale può avere finalmente con Jonathan un’infanzia normale. Infine, La mia prediletta finisce con Jasmin che può andare avanti con la sua vita dopo l’inferno vissuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *