25 Febbraio 2024
Curiosità

Perché New York viene chiamata la Grande Mela? Ecco la verità

Avrete sentito almeno una volta citare New York come la Grande Mela o in inglese The Bid Apple. Si tratta di una curiosità piuttosto comune, visto che si sente spesso parlare della grande città degli Stati Unidi d’America. Eppure in pochi sanno il motivo per cui viene soprannominata in questo modo. Perché dunque New York viene chiamata la Grande Mela? Le origini vanno cercate nel passato. Infatti, il primo a paragonare la famosa città statunitense, sogno di tantissime persone, a una grande mela è stato Edward Sandford Martin, un giornalista ed editore americano vissuto dal 1856 al 1939. A parlarne per la prima volta è stato proprio lui in un suo libro. Ma attenzione, il primo a utilizzare proprio i termini Big Apple non è stato lui.

New York chiamata la Grande Mela: ecco perché, tutti i passaggi

Nel suo libro The Wayfarer in New York del 1909, Edward S. Martin ha paragonato lo stato di New York a un melo, le cui radici si trovano nella valle del Mississipi e il frutto a New York. Ma come già anticipato la frase Big Apple non è stata pronunciata esattamente da lui per la prima volta. A farlo è stato John J. Fitzgerald, redattore sportivo. Quest’ultimo ha sentito chiamare l’ippodromo di New York in questo modo da alcuni scommettitori di corse di cavalli. Per questo, ha deciso di chiamare la sua rubrica giornalistica Around the Big Apple. Questo è accaduto agli inizi degli anni ’20 e la grande mela andava appunto a indicare le migliori vinciti di scommesse.

Non solo, con questo soprannome negli anni ’30 si indicava del compenso che ricevevano i musicisti jazz che suonavano nei locali di Harlem e Manhattan. Ed ecco che da allora tutti hanno iniziato a chiamare New York la Grande Mela, capitale del successo registrato dalla musica jazz in tutto il mondo. Infatti, quando un concerto avveniva lontano dalla città statunitense, si usava dire che i musicisti suonavano sui rami.

Nel 1971 ci ha pensato Charles Gillet, all’epoca presidente del turismo, a utilizzare questo nome per promuovere con la sua campagna la città. Tale paragone serviva per proporre un’immagine invitante di New York, che veniva considerata una città pericolosa. Da questo momento in poi, è diventata ufficialmente la Grande Mela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *