25 Aprile 2024
Film e Serie TVStorie vere

Io rimango qui storia vera: le differenze tra la vita di Steffi e il film

Io rimango qui (Gott, du kannst ein Arsch sein) è un film del 2020 diretto da André Erkau. Si tratta di una pellicola ispirata a una storia vera, quella di Steffi, una giovane ragazza di 16 anni che si è appena diplomata. Proprio quando sta per vivere il viaggio dei suoi sogni a Parigi con il suo ragazzo, scopre tramite una visita medica di avere un cancro. Purtroppo a Steffi resta solo un anno di vita. Decide così di vincersi il tempo che le resta seguendo i suoi desideri. Ciò che viene raccontato nel film, però, non rispecchia sempre la vera storia. Vediamo insieme quali sono le differenze principali.

Io rimango qui è una storia vera: le differenze con tra film e realtà

Il film Io rimango qui è ispirato a una storia vera, ma presenta delle diffidenze con ciò che è accaduto davvero. Poco dopo essersi diplomata, Steffi scopre a 16 anni di avere il cancro e solo un anno di vita. Nel film, senza neppure pensarci, decide di godersi il viaggio dei suoi sogni a Parigi con Steve. Il film si basa sull’omonimo bestseller di Frank Pape, pastore che è davvero stanco accanto a Stefanie negli ultimi giorni della sua vita e che nel film è anche suo padre. L’uomo l’ha incoraggiata a tenere un diario, che rappresenta gran parte del libro. Tra le differenze centrali c’è quella riguardante il viaggio a Parigi.

Infatti, nella realtà, Stefanie non è andata a Parigi come accade nel film. Dunque, l’intero viaggio non è mai avvenuto nella storia vera. In realtà, la ragazza aveva stretto un forte legame con il suo cavallo Luna e alla fine ha deciso di restare con lei nelle sue ultime settimane di vita. Un’altra differenza riguarda la chemioterapia. Stefi nel film decide di partire quando scopre la diagnosi, senza iniziare la terapia. Invece, la storia vera dice che la ragazza ha subito iniziato la chemioterapia.

Io rimango qui, la vera Steffi: gli eventi reali

Nel film Io rimango, Steffi scopre di avere il cancro quando inizia il percorso per entrare nella polizia ed effettua un controllo medico. Nella realtà, la ragazza era preoccupata per un raffreddore che non passava più e che inizialmente sembrava una semplice influenza invernale. Un’altra differenza riguarda l’età della protagonista. La vera Steffi non aveva 16 anni, bensì 15. E ancora, nel film la ragazza si è diplomata, mentre nella realtà non è riuscita a farlo proprio a causa del cancro.

Dunque, si può dire che il film è ispirato alla storia vera di Steffi, ma non in ogni dettaglio. Il tema centrale è comunque lo stesso: il desiderio di vita. I riferimenti alla storia vera non mancano. L’amore che nutre per il suo cavallo viene mostrato solo all’inizio, brevemente, quando lo saluta prima di andare a Parigi. Inoltre, il fatto che Steffi nel film voglia diventare un ufficiale di polizia si basa sul reale desiderio che aveva nella vita reale. Infatti, nel suo diario raccontava di aver fatto uno stage per tre settimane per diventare una poliziotta. Infine, nel diario Steffi parlava di Justus, un ragazzo che era innamorato di lei quando ha scoperto di avere il cancro.

Fonte: FilmStarts


Dove vedere Io rimango qui?

Il film va in onda nella prima serata del 14 marzo 2024 su Rai 2 ed è disponibile a noleggio/acquisto su Prime Video, Apple TV, Google Play Film e YouTube.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *