14 Giugno 2024
Film e Serie TVChi èCos'èStorie vere

Painkiller, la storia vera: chi è Richard Sackler e cos’è l’OxyContin

Dal 10 agosto 2023 è disponibile su Netflix Painkiller. Si tratta di una nuova miniserie che sembra destinata a conquistare gli abbonati alla nota piattaforma di streaming. I sei episodi che la compongono sono basati su eventi reali. Infatti, questa serie TV drammatica è ispirata a una storia vera. In particolare, percorre le origini di una delle più grandi crisi avvenute in America che hanno provocato delle morti. Gli episodi si concentrano sui responsabili di questi tragici eventi, sulle vittime e su chi ha cercato la verità. Precisamente Painkiller su Netflix racconta la storia vera dell’invenzione dell’OxyContin.

Painkiller su Netflix: la storia vera del’OxyContin

La miniserie Painkiller è un’esplorazione della tragica crisi legata agli oppioidi negli Stati Uniti. Protagonista è Richard Sackler, interpretato in questo adattamento televisivo dall’attore Matthew Broderick. Si tratta del presidente della società Purdue Pharma, che ha appunto creato OxyContin. Molti dei personaggi rappresentano persone realmente esistite e tra queste c’è anche Richard Sackler. Gli episodi prendono inizio con un chiaro messaggio per gli spettatori: “Questo programma si basa su eventi reali, tuttavia alcuni personaggi, nomi, incidenti, luoghi e dialoghi sono stati romanzati per scopi drammatici”.

A pronunciare queste parole è un membro della famiglia che ha perso una persona cara a causa degli oppiacei. Mentre Richard Sackler esiste davvero, il personaggio di Eddie Flowers non rappresenta una persona in particolare, ma è “una fusione immaginaria di alcune persone diverse”. Questo ciò che ha dichiarato il produttore esecutivo Eric Newman. La miniserie Painkiller ha come scopo quello di far luce di varie storie e una di queste è quella che vede protagonista Sackler e il suo team, che hanno portato alla creazione di OxyContin.

Per realizzare la serie la produzione si è basata sull’omonimo libro di saggistica scritto da Barry Meier e sull’articolo La famiglia che costruito l’impero del dolore di Patrick Radden Keefe pubblicato sulla rivista New Yorker. Entrambi gli scrittori hanno collaborato con i produttori della miniserie.

Cos’è l’OxyContin? Come è nata la crisi degli oppioidi

la storia vera di painkiller

La crisi legata all’abuso di oppioidi negli Stati Uniti risale agli anni ’90 ed è stata causata dalla diffusione dell’OxyContin. Si tratta di un farmaco, che veniva prescritto per alleviare il dolore nei pazienti e che ha provocato la morte di tantissime persone. Infatti, è considerato un antidolorifico diffuso nel mondo, utilizzato per cure palliative in casi di dolore acuto e nei casi di pazienti oncologici. Ha vari effetti collaterali come sonnolenza, vertigini e nausea. Ma crea anche dipendenza. A commercializzare l’OxyContin è stata la casa farmaceutica Purdue Pharma della famiglia Sackler.

I medici degli Stati Uniti hanno iniziato a prescriverlo sempre più frequentemente, tanto che veniva presentato come un farmaco miracoloso e senza nessun rischio di dipendenza. Così è come iniziata un’epidemia di oppioidi. La Purdue Pharma non si è fermata, anzi ha sfruttato la situazione per ottenere alti guadagni, parliamo di miliardi di dollari. Se usato con prudenza non è un farmaco fatale, ma se al giorno si supera la dose di 320 g al giorno ed è associato ad altri medicinali il discorso è ben diverso.

Painkiller: chi è Richard Sackler? La storia vera

Richard Sackler è nato il 10 marzo 1945. Stiamo parlando di un uomo d’affari miliardario di 78 anni, presidente di Purdue Pharma. La sua società ha affrontato varie cause legale negli anni e si è dichiarata colpevole di aver mentito in merito al farmaco. Nel 2019, ha presentato un’istanza di fallimento. Da quel momento, la società è stata nominata Knoa Pharma. Sackler era davvero convinto che gli oppioidi non creassero dipendenza e potessero essere usati come antidolorifici normali. Ha convinto colleghi e medici di questo. Richard Sackler ha anche supervisionato il dipartimento della ricerca, dopo essersi laureato in medicina nella New York University, School of Medicine. Nessun membro della famiglia SacklerArthur, Richard, Mortimer e Raymond – della morte di più di 300mila persone a causa di overdose per OxyContin. Si ritiene che la loro famiglia possieda un patrimonio di 11 miliardi di dollari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *