28 Maggio 2024
Letteratura

Storia breve di Cappuccetto Rosso: il riassunto della fiaba

Questa storia breve di Cappuccetto Rosso vi permetterà di capire al meglio cosa c’è dietro una delle fiabe più apprezzate dai bambini. Infatti, si tratta della favola per eccellenza, dove la morale è che non bisogna fidarsi degli estranei. Non solo, i più piccoli si rilassano nel momento in cui scoprono che c’è per fortuna un lieto fine per Cappuccetto Rosso e la sua nonna. La prima versione della fiaba è quella raccontata dal poeta francese Charles Perrault nel 1967 con il titolo Le Petit Chaperon Rouge. Quella oggi più diffusa è la versione dei fratelli Grimm del 1857 ed è quella di cui vi facciamo un riassunto qui di seguito.

Cappuccetto Rosso storia in breve

Cappuccetto Rosso, questo il suo nome per via della mantellina rossa che portava sempre e con cui veniva riconosciuta, è la protagonista della storia. Una bambina molto carina, che si ritrova a dover compiere una missione: sua mamma le chiede di portare alla nonna malata delle focacce. La dolce nonnina vive al di là del bosco. Pertanto la donna invita Cappuccetto Rosso a essere prudente e soprattutto a non parlare con gli sconosciuti. Lungo il sentiero, però, la nostra protagonista incontra il lupo, di cui ingenuamente si fida. La bambina gli fa sapere di essere diretta verso la casa della nonna che non sta molto bene. Per nulla sospettosa delle vere intenzioni del lupo, la bambina gli confida dove abita la sua nonnina.

Il lupo, ottenute queste informazioni, scappa via mentre la protagonista si ferma a raccogliere qualche fiore. Intanto ecco che il lupo arriva a casa della nonna e bussa alla porta, imitando la voce della nipote. Riesce così a farsi aprire. Mangia la nonna e si infila, dopo aver indossato i suoi indumenti, nel letto. Finalmente Cappuccetto Rosso arriva a destinazione e inizialmente non si accorge di nulla. Avvicinandosi al letto della nonna nota che si sono molti dettagli del suo aspetto e dei suoi gesti che sono cambiati. In particolare, nota che ha le orecchie grandi e infine gli chiede come mai siano più grandi anche i suoi denti.

“Sono grandi per mangiarti meglio”, esclama il lupo, che mangia così anche la bambina. Si addormenta sazio, mentre un cacciatore si trova proprio lì vicino. Sente che dalla casa dell’anziana signora qualcuno sta russando in modo decisamente rumoroso e decide di guardare all’interno attraverso la finestra. Nota così il lupo sul letto.

Come finisce Cappuccetto Rosso

Ecco che l’eroe, il cacciatore, entra nell’abitazione e con un coltello taglia la pancia del lupo liberando la nonna e Cappuccetto Rosso. Quest’ultima, dopo aver ringraziato il cacciatore, inserisce delle pietre nella pancia del lupo per poi ricucirla. Quando il lupo si sveglia avverte molta sente e quando si sporge nel pozzo per bere cade a causa del peso delle pietre al suo interno, annegando. Dopo questa disavventura, la bambina promette alla nonna che da ora in poi non sottovaluterà più le regole imposte dalla mamma e le seguirà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *