19 Maggio 2024
Letteratura

Chi era Omero, il riassunto: i concetti chiave in breve

Fare un riassunto della vita di Omero non è semplice, in quanto stiamo parlando di un grandissimo autore protagonista nel mondo della letteratura di tutti i tempi. In particolare, è ritenuto uno dei più grandi scrittori greci, celebre soprattutto per le sue opere l’Iliade e l’Odissea. Va precisato prima di andare avanti che non vi sono informazioni certe sulla vita di Omero, poiché sulla sua persone vi sono varie leggenda. Ma facendo il punto su ciò che si sa su questo autore è possibile trovare i concetti chiave da ricordare. Vediamo ora insieme chi era Omero e perché è un autore così importante per la propria cultura.

Cosa ha scritto Omero?

Omero è conosciuto come il famoso poeta greco che ha scritto l’Iliade e l’Odissea. Stiamo parlando dei più celebri poemi epici della letteratura di qualsiasi tempo.

Quando e dove è nato Omero?

Omero è nato nell’antica regione costiera la Ionia, nell’Asia Minore. Non si conosce la data precisa. Ma ciò che è certo è che è vissuto nel periodo dell’antichità classica, età che rappresenta il massimo sviluppo sia culturale che artistica della Grecia. Questo periodo prende il VI-V secolo a.C.. Secondo Erodoto, Omero è nato tra l’anno 1194 e il 1184 a.C.. Il poeta è morto nell’Isola Io del Mar Egeo.

Perché Omero è importante?

Stiamo parlando di uno dei poeti che non manca mai sui libri di scuola. Le sue celebri opere vengono portate sui banchi di scuola e questa sua popolarità non è nata di recente. Infatti, Omero è stato nell’antichità il poeta più letto.

Chi erano i genitori di Omero?

Creteide e Meone erano i genitori dell’autore dell’Iliade e dell’Odissea.

Chi era Omero: è esistito davvero? Tra realtà e leggenda

Ci sono diverse versioni sulla vita di Omero. Innanzitutto c’è chi dà per certo che sia il discendente di Orfeo. Si parla anche del significato del suo nome per riuscire a costruire una sua biografia: ostaggio. Ci sono dei dubbi anche sul periodo in cui è nato e quello in cui è morto. Molti studiosi di letteratura ritengono che sia vissuto nel periodo della guerra di Troia. Ma c’è anche chi è certo che sia vissuto dopo diversi anni questo arco storico. Addirittura ci sono anche dei sospetti su chi abbia scritto davvero le due opere l’Iliade e l’Odissea. Infatti, queste appaiono diverse tra loro per quanto riguarda lo stile. Per tale motivo, alcuni studiosi ritengono che queste due opere non siano state realizzate dalla stessa persona. Su questo punto ha tentato di dare una spiegazione l’autore Aristarco di Samotracia. Secondo quest’ultimo, Omero ha scritto entrambe le opere, ma in fasi della sua vita differenti, quindi una da giovane e una in età adulta.

Le biografie di Omero più conosciute sono quelle create da Erodoto e Plutarco. E visto che ci sono varie versioni sulla sua vita e non si sa ancora quanto sia vissuto, è nata la cosiddetta questione omerica tra gli studiosi. Ancora oggi ci sono dubbi al riguardo. Qualcuno ha azzardato che Omero in realtà non è mai esistito e che è stato immaginato per creare un simbolo della letteratura greca antica.

Altre versioni vedono Omero come una persona cieca. Non si sa sa questo corrisponda alla verità oppure no, in quanto potrebbe trattarsi di un dettaglio inventato poiché la cecità un tempo simboleggiava la saggezza.

Sebbene ci sia ancora confusione sulla biografia di questo poeta, la sua popolarità non ha smesso di aumentare sui banchi di scuola. A lui si sono ispirati vari autori. Infatti, resta comunque uno degli autori più studiati sui libri scolastici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *