13 Giugno 2024
Film e Serie TV

I molti santi del New Jersey: il finale del prequel de I Soprano

I molti santi del New Jersey è un film del 2021 diretto da Alan Taylor. Si tratta del prequel della nota serie TV I Soprano. Infatti, il film ha il compito di raccontare le origini della famiglia Moltisanti, da cui è nato il titolo. Attraverso le rivolte di Newark del 1967, la pellicola racconta le tensioni nate tra la comunità italoamericana e quella afroamericana. Protagonista è un giovane Anthony Soprano, che gira per le strade di Newark mentre le bande rivali sfidano la famiglia DiMeo. Lo zio Dickie Moltisanti viene coinvolto nelle lotte e, intanto, ha una grande influenza sul nipote.

I molti santi del New Jersey: trama completa

La storia de I molti santi del New Jersey viene narrata da Christopher, direttamente dall’aldilà. Siamo nel 1967 e Tony Soprano viaggia con il suo mentore Dickie Moltisanti, padre di Christopher. L’uomo accoglie a casa il padre, Hollywood Dick Moltisanti, e la nuova sposa, Giuseppina. Moltisanti fa parte della famiglia criminale DiMeo, composta anche da Johnny Soprano e suo fratello Junior, Silvio Dante, Paulie “Walnuts” Gualtieri, Pussy Bonpensiero e “Buddha”. Tony assiste all’arresto di Johnny e Junior Soprano. Intanto, durante uno scontro, Hollywood Dick spinge Giuseppina giù da una rampa di scale.

Dickie scopre quanto accaduto e accidentalmente uccide suo padre. Dopo di che, porta il cadavere in una delle attività del padre, facendo passare il tutto come un omicidio causato dai disordini che ci sono in città. Intanto, mentre sente dei sensi di colpa per quanto fatto, Dickie inizia una relazione con Giuseppina, ora vedova. Nel frattempo, Tony viene sospeso da scuola in quanto ha iniziato un’operazione di gioco d’azzardo. Dickie gli fa promettere che seguirà le regole. Si passa all’anno 1972, quando Johnny viene rilasciato e Harold torna a Newark, pronto ad avviare la sua banda guidata da neri.

Giuseppina tradisce Dickie proprio con Harold, che è intanto è diventato un rivale. Tra i due iniziano a esserci forti scontri, durante i quali Buddha viene ucciso. Intanto, a scuola Tony ruba le risposte per l’esame di geometria. La sua consultente scolastica fa sapere alla madre, Livia, che ha un alto QI e la personalità di un leader. La donna tenta di essere affettuosa con il figlio, ma tra i due avviene una lite quando Tony si propone di procurarle degli antidepressivi. Durante la veglia funebre di Buddha, Tony ne parla con Dickie, il quale non sa cosa fare. Intanto, quest’ultimo fa pace con Giuseppina, a cui promette che le farà gestire un salone di bellezza.


Dove vedere I molti santi del New Jersey?

Il film va in onda su Rai 4: nella prima serata del 9 gennaio 2024, alle ore 23.05 il 14 gennaio e alle ore 2.20 il 15 gennaio. La pellicola è disponibile a noleggio/acquisto su Prime Video, Apple TV, TIM Vision e Google Play Film.


Come finisce I molti santi del New Jersey: spiegazione finale

come finisce i molti santi del new jersey
Warner Bros.

Verso il finale de I molti santi del New Jersey, in spiaggia, Giuseppina confessa a Dickie di avere avuto una relazione con Harold. L’uomo furioso la uccide, affogondola nell’oceano. Dickie si reca di nuovo da suo zio Sally in carcere, il quale sospetta che abbia ucciso sia suo padre che Giuseppina. Infatti, fa notare al nipote che tutti quelli che sono vicino a lui prima o poi muoiono. Pertanto, crede che dovrebbe restare fuori dalla vita di Tony. Così Dickie inizia a evitare il giovane. Tony è sconvolto per questa sua decisione. Ma ecco che Silvio consiglia a Dickie di riavvicinarsi al giovane.

Proprio quando sta per arrivare a casa, però, Dickie viene ucciso da un uomo sconosciuto, su ordine di Junior. Alla sua veglia, si scopre che aveva procurato le medicine per la mamma di Tony e che le aveva in tasca quando è morto. Tony osserva con tristezza il cadavere di Dickie e immagina di fare un altro accordo con lui, come avevano fatto in passato. I molti santi del New Jersey finisce con Harold che si trasferisce in un quartiere bianco, dimostrando che la sua banda ha ottenuto i risultati che sperava.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *