21 Aprile 2024
Film e Serie TV

L’infermiera come finisce: spiegazione finale della serie Netflix

Come finisce la nuova miniserie L’infermiera? Si tratta di una serie TV di 4 episodi che racconta fatti realmente accaduti in Danimarca e che hanno come protagonista Christina Aistrup Hanson. Quest’ultima è un’infermiera che lavora in un ospedale dove è considerata una donna in gamba pronta a tutto pur di salvare i suoi pazienti. La realtà, però, si rivela essere un’altra: Christina sta uccidendo alcune delle persone ricoverate in quell’ospedale, durante i suoi turni. Ad accorgersi che qualcosa non va è la nuova arrivata, Pernille Kurzmann. Quest’ultimo intuisce da subito che le morti avvenute nella struttura ospedaliera sono abbastanza sospette. Ecco la spiegazione del finale.

Come finisce L’infermiera: ecco come Pernille incastra Christina

Come già indicato, L’infermiera è una serie TV basata su una storia vera. Ebbene Christina Aistrup Hanson e Pernille Kuzmann esistono davvero. Come ci svela anche il finale della miniserie Netflix, oggi la prima si trova in carcere, mentre la seconda continua a lavorare come infermiera. Negli ultimi episodi Pernille cerca un modo per dimostrare che Christina è l’artefice degli strani decessi che stanno avvenendo in ospedale. Infatti, scopre che i pazienti muoiono a causa di iniezioni di morfina e diazepam ad alto dosaggio. Nel finale de L’infermiera finalmente Pernille riesce a incastrare Christina beccandola mentre sta iniettando del diazepam a una paziente, l’anziana Maggie.

storia vera miniserie netflix L'Infermiera
Netflix

Dopo questo momento, la signora suona l’allarme in quanto si sente male e, come al solito, Christina corre in soccorso della paziente per farle un massaggio cardiaco. Attraverso questo caso, Pernille tenta di far capire al medico che quanto sta accadendo a Maggie potrebbe essere dovuto a un’iniezione di Diazepam. Fortunatamente dopo la somministrazione del Flumazenil, antidoto del Diazepam, la signora si riprende. Nel finale della miniserie L’infermiera scopriamo che nella realtà Maggie è ancora viva. Arriva così il momento per Pernille, sostenuta dal fidanzato e dottore Niels Lunden, di chiamare la polizia e accusare Christina. Quest’ultima viene così arrestata.

Nel finale della miniserie di Netflix, inoltre, Pernille viene ringraziata dal fratello di Arne Herskov, una delle vittime di Christina. Oggi l’infermiera lavora ancora in quell’ospedale, mentre le altre colleghe hanno addirittura cambiato lavoro.

Perché Christina Aistrup Hanson uccideva i pazienti?

C’è un motivo per cui Christina Aistrup Hanson uccideva i pazienti nella realtà. Parlando con Niels a casa, durante le sue indagini, Pernille nella miniserie L’infermiera ci svela la verità. Ebbene l’infermiera ha un disturbo istrionico della personalità che la porta a dover sempre cercare un modo per mettersi al centro dell’attenzione. Il suo obiettivo principale non era quello di uccidere i pazienti. La realtà è più complessa. Infatti, Christina praticava quelle iniezioni per portare i pazienti vicini alla morte. Dopo di che, correva nelle loro stanze per cercare di metterli in salvo, diventando per tutti in ospedale un’eroina e un’infermiera dalle grandi competenze. Ma nella maggior parte dei casi quei pazienti morivano, in quanto alla fine non riusciva a salvarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *