12 Aprile 2024
Film e Serie TV

Terra Amara, Colak rinchiude Betul: solo una persona può salvarla

Le anticipazioni di Terra Amara non sono positive per Betul, la quale si caccia seriamente nei guai. A salvarla ci pensa proprio Zuleyha. Ciò accade quando la figlia di Sermin decide di sposare Colak per mettere in atto il suo piano. Intanto, Abdülkadir è convinto che Betul l’abbia abbandonato nel momento in cui aveva più bisogno, ovvero dopo aver ricevuto un proiettile da suo fratello Vahap, solo per i soldi di Colak. In effetti, Betul sposa Hasmet con l’intento di mettere le mani sul suo patrimonio, ma il suo piano non va in porto.

Terra Amara anticipazioni, Betul rinchiusa da Colak: Sermin chiede aiuto a Zuleyha

Nelle nuove puntate di Terra Amara, inizialmente Betul sale sulla macchina di Abdülkadir per dargli sostegno mentre è in fin di vista. Quando si rende conto che la situazione è più complicata del previsto, la figlia di Sermin decide di portare il suo amato in ospedale. Dopo averlo lasciato lì, corre da Colak per il loro matrimonio. Dopo le nozze, Betul è convinta di essere diventata la moglie di Hasmet, come aveva pianificato. Ma, in realtà, Colak le ha teso una trappola. Il nuovo cattivo di Cukurova sapeva che lei quel giorno aveva acquistato del veleno per ucciderlo.

Poco prima della notte di nozze, Colak ha la conferma che Betul vuole ucciderlo. Furioso decide di rinchiuderla in una stanza nascosta all’interno della sua villa, dopo averla imbavagliata e legata. Hasmet le assicura che la farà uscire di lì, ma solo quando secondo lui sarà pronta. Sermin è preoccupata per sua figlia e si reca dalla guardia civile, che però non riesce a trovarla. Così chiede aiuto proprio a Zuleyha, contro cui entrambe hanno lottato ultimamente. Ebbene Zuleyha salva Betul, portandola con la forza fuori dalla tenuta, insieme ai suoi uomini.

Le cose non sono comunque semplici per la figlia di Sermin, in quanto a questo punto deve affrontare la furia di Abdülkadir, il quale si è sentito abbandonato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *