12 Aprile 2024
Film e Serie TVStoria

Testament, la storia di Mosé: riassunto, la sua morte, cosa insegna

Qual è la storia di Mosé? Stiamo parlando del profeta e legislatore del popolo ebraico. Quest’ultimo è noto per aver liberato il suo popolo in Egitto dalla schiavitù, guidandolo in viaggio nel deserto durato quarant’anni. Durante questo arco di tempo, Mosè ha compiuto vari miracoli. Noto è il momento in cui ha ricevuto la Legge di Dio sul monte Sinai. La sua vita viene raccontato nella Bibbia, in particolare nei libri dell’Esodo, dei Numeri e del Deuteronomio. Dal 27 marzo 2024 è disponibile su Netflix un documentario che parla della sua vita, intitolato Testament: La storia di Mosé.

La storia di Mosé: il riassunto della sua vita narrata dalla Bibbia

Dal 27 marzo 2024 è disponibile su Netflix Testament: La storia di Mosè, per ripercorrere la vita del profeta e della liberazione dalla schiavitù. La Bibbia narra che è nato nel periodo in cui gli Ebrei erano schiavi in Egitto. Il faraone aveva ordinato di uccidere tutti i bambini maschi, così Mosè da neonato è stato messo in una cesta di vimini e abbaddonato sulle rive del Nilo. Qui l’ha trovato la figlia del farone, che ha deciso di crescerlo come suo figlio. Mosé ha vissuto per anni a corte come un principe, ma poi da adulto si è reso conto che il popolo viveva nella schiavitù.

Per salvare un ebreo ha ucciso un egiziano e poi si è ritrovato costretto a fuggire nella terra di Madian. Qui ha sposato la figlia di un sacerdote. Dopo di che, gli è apparso Dio che gli ha ordinato di tornare in Egitto per salvare il suo popolo, aiutato dal fratello Aronne. Quando il farone si è rifiutato di liberare gli Ebrei, ecco che i due hanno scatenato varie calamità, convincendolo a eseguire ciò che gli hanno chiesto. Mosè ha attraversato con loro il Mar Rosso, aprendolo per farli passare e chiudendolo quando sono arrivati gli Egiziani.

riassunto storia di mosè
Netflix

Nel deserto del Sinai, durante questo lungo viaggio, Mosé è salito sul monte dove ha incontrato Dio, che gli ha consegnato i Dieci comandamenti e una serie di leggi. Il rapporto tra il profeta e il suo popolo, però, è diventato sempre più teso, in quanto le condizioni del viaggio non erano delle migliori. Prima di entrare nella terra di Israele, Mosé è morto. È stato il suo successore Giosuè il successore che ha conquistato quella terra.

La storia di Mosé, secondo gli altri autori antichi

La storia di Mosé è narrata anche da molti autori antichi, ebrei e non. In particolare, i racconti ebraici lo vedono come un vero re d’Egitto che ha compiuto varie imprese di guerra e di pace. Secondo quanto raccontato, a Mosé si deve l’invenzione delle macchine agricole e dell’alfabeto. Invece, gli autori pagani greci e latini raccontano storie di polemiche, descrivendolo come capo di un gruppo di lebbrosi o di crudeli invasori asiatici. Il greco Ecateo di Abdera ha parlato di lui come il conquistatore di Israele e il fondatore di Gerusalemme.

Anticamente si pensa anche che Mosé avesse scritto i primi cinque libri della Bibbia. Invece, per gli storici attuale sono stati scritti da vari autori di epoche diverse. Per quanto riguarda la morte di Mosè, secondo una tradizione non sarebbe morto ma salito semplicemente in cielo.

Cosa insegna la storia di Mosè?

La storia di Mosè mette al centro dell’attenzione la libertà. Si parla, infatti, di schiavitù e di liberazione di un popolo. Secondo la Bibbia, questa storia conferma che Dio vuole che il destino per tutti gli uomini sia legato alla libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *