19 Giugno 2024
Film e Serie TV

The Rope Curse 3 come finisce: spiegazione finale

The Rope Curse 3 è il terzo film di Taiwan della nota saga di genere horror. Questa volta i personaggi sono al Meihuang Hotel, dove le cose iniziano a complicarsi quando un uomo si suicida impiccandosi. Si scopre poi che la moglie di quest’ultimo si era suicidata la settimana prima e che il loro figlio è morto per la fame. Dopo aver perso i suoi cari, l’uomo si era trasferito nell’hotel, dove i fantasmi malvagi hanno iniziato a tormentarlo e hanno posseduto il suo corpo. Ma vediamo ora insieme cosa succede nel corso del film horror e come finisce.

The Rope Curse 3: riassunto e spiegazione trama

La trama di The Rope Curse 3 su Netflix gira intorno a Kuan-yu e suo padre. Il ragazzo si esibisce negli spettacoli come il conquistatore di fantasmi maligni, chiamato Zhong Kui. Suo papà, però, non approva, in quanto teme di perderlo, dopo aver già perso sua figlia. Durante uno spettacolo qualcosa va male e gli spiriti prendono il controllo del corpo di un attore. La sorella di Kuan-yu comunica attraverso il suo corpo o è probabile che si tratti dello spirito malvagio che finge di essere lei. La ragazza chiede a Kuan-yu perché non l’avesse salvata. In effetti, lui vive con il rimpianto di non averla salvata quando è morta annegata. Da bambino, aveva cercato di fare di tutto per salvarla, ma senza riuscirci.

The Rope Curse 3: com’è morto il figlio di Wan-hua

la recensione di the rope curse 3
Netflix

Nell’hotel Meihuang, la proprietaria Wan-hua trova il corpo senza vita di Wu. La donna viveva nella sua attività con il figlio Jui-jui. Verso il finale del film si scopre che il figlio del proprietario dell’hotel è morto a causa di un incidente d’auto. Wan-hua era ubriaca alla guida della loro vettura e alla fine ha causato la morte del figlio. Dopo quanto accaduto, ha dovuto lottare per superare la perdita. La donna con un occhio solo che vive sola e pratica magia nera l’ha trovata e le ha proposto di riportare lo spirito di Jui-jui, che però non sarebbe mai stato in grado di reincarnarsi.

The Rope Curse 3: chi è lo spirito malvagio? Perché perseguita Kuan-yu?

Disperata e desiderosa di riunirsi con il figlio, Wan-hua ha accettato la proposta della signora con un occhio solo. Lo spirito del figlio è stato intrappolato in un Kuman Thon, che però è stato attaccato da un fantasma malvagio. Da quel giorno, Kuman Thon chiede sangue e carne per sfamarsi. Wan-hun è pronta a tutto pur di rispettare le richieste del figlio, sebbene ora sia malvagio. Infatti, neanche a lei dispiace uccidere le persone per tenerlo vicino a lei. Si scopre poi che lo spirito malvagio è un demone thailandese, giunto nel regno umano per vendicarsi di Zhong Kui. Per distruggerlo, il demone ha bisogno di sette corpi.

A un certo punto, arriva nell’hotel Kuan-yu, con l’amico Kuei-tsai. A loro viene chiesto di purificare la stanza dove era avvenuta la morte del signor Wu. Quando Kuan-yu si guarda allo specchio e taglia la corda usata per il suicidio, ecco che il demone inizia a perseguitarlo. Nel finale di The Rope Curse 3 esce fuori che durante il settimo mese lunare non bisogna guardarsi allo specchio a tarda notte e molte altre cose, come eseguire rituali e asciugare i vestiti a mezzanotte. Nel corso del film horror su Netflix, tutte le regole vengono infrante e avviene il caos.

Verso il finale di The Rope Curse 3, il padre di Kuan-yu capisce che suo figlio è in pericolo e ne ha la conferma. Raggiunge così l’hotel vestito da Zhong Kui e aiuta il figlio ad allontanare gli spiriti maligni. Dopo aver rivelato al padre di sentirsi in colpa per la morte della sorella, di cui si sente responsabile per non essere riuscito a salvarla, Kuan-yu ha una visione in cui immaginava un finale diverso di quella vicenda. Anche il padre si sente in colpa per quanto accaduto e alla fine insegna a Kuan-yu come distruggere il denome. Fino all’ultimo respiro, l’uomo combatte per proteggere suo figlio. Il demone, però, ha ormai scoperto che è un attore non un vero Zhong Kui.

Come finisce The Rope Curse 3: spiegazione finale

Kuan-yu e Jia-min combattono insieme contro il demone e finiscono nella casa dell’anziana signora con un occhio solo, dove trovano sei corpi. Tra questi ci sono anche quelli del padre e del migliore amico di Kuan-yu. Jia-min si rende conto che il demone si è impossessato di Kumar Thong e che sta tenendo sotto controllo Wan-hua, la quale si rifiuta di credere a questo. Per dargli il suo aiuto, decide addirittura di uccidersi. Quando le sette vite vengono sacrificate, Kuan-yu finisce in una realtà alternativa dove mette in atto i consigli del padre e distrugge finalmente il demone thailandese.

Jia-min aiuta il protagonista a capire che avere i poteri di Zhong Kui che ha lui è una benedizione e non una maledizione. The Rope Curse 3 finisce con Kuan-yu che accetta il suo destino e si assume la responsabilità di eliminare gli spiriti malvagi. Nella scena finale la porta dei fantasmi continua a essere aperta ed è possibile vedere uno spirito demoniaco. Questo fa capire che potrebbe esserci un altro film della saga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *