19 Giugno 2024
Film e Serie TV

A Killer Paradox come finisce: spiegazione finale e stagione 2

Dal 9 febbraio 2024 è disponibile su Netflix A Killer Paradox. Si tratta di una serie TV avvincente, ma anche con una trama abbastanza contorta. Infatti, non è il classico show di un comune serial killer. Protagonista è uno studente comune, che si ritrova coinvolto in una corsa a ostacoli quando un omicidio accidentale causa un altro delitto. Il ragazzo diventa un serial killer e un astuto investigatore è pronto a tutto pur di catturarlo.

A Killer Paradox su Netflix: riassunto della trama

La trama della serie TV A Killer Paradox inizia con uno studente fannullone, Lee Tang, che perde il controllo e per errore uccide un uomo con un martello, in strada. Scopre che la vittima è in realtà un serial killer e questo complica un po’ la situazione, soprattutto quando si ritrova a commettere altri omicidi per sopravvivere. Nel frattempo, inizia la caccia del gatto al topo, con il detective Jang Nan-gam. Lee, in realtà, sembra aver sviluppato un potere speciale, con il quale riesce a vedere il male nelle persone che lo spinge poi a ucciderle in nome della giustizia.

Nel corso della trama entrano in scena anche Roh-bin e un altro assassino, Song Chon. Avvengono così altri omicidi fino ad arrivare allo scontro finale nell’ottavo e ultimo episodio di questa prima stagione.

Come finisce A Killer Paradox: spiegazione finale

come finisce a killer paradox
Netflix

Alla fine del penultimo episodio, il sette, verso il finale di questa prima stagione di A Killer Paradox, Roh-bin e Lee decidono di fuggire dalla Corea del Sud. Ma il bisogno di giustizia del primo ha la meglio e così il protagonista deve andare via da solo. Lee non crede che senza Roh-bin starà meglio, così abbandona il suo piano e cerca il suo alleato tramite un’app di tracciamento che aveva installato sul suo cellulare. Jang è, intanto, determinato a catturare Song. Roh-bin lo sta aspettando e gli propone di fermare insieme Song per sempre.

Insieme trovano Song in una fabbrica abbandonata e Roh-bin lo affronta subito. Proprio quando quest’ultimo prende in mano la pistola, arriva Lee. Inizia così una lotta, durante la quale Roh-bin tenta di strappare via la pistola di Song. Ma ecco che Jang, ossessionato dalla sua sete di vendetta, spara a Song, incurante delle conseguenze. Infatti, ferisce Song, il quale però con la sua pistola in quel momento uccide Roh-bin. Lee non trattiene le lacrime, mentre Song sfida Jang. A questo punto, attraverso i flashback si scopre cos’è successo al padre di Jang.

Quest’ultimo era molto crudele con Song quando lavoravano insieme come poliziotti. Non solo, l’uomo stava contrabbandando dalla Corea, in segreto, la droga. Song aveva scoperto che il padre di Jang stava usando una gentile signora della mensa che stava lasciando il paese per questi suoi affari. La donna era stata ingiustamente condannata per spaccio e si era uccisa. Il papà di Jong non aveva avuto alcun rimorso per l’accaduto. Alla fine Song aveva avuto uno scontro con l’uomo, durante il quale l’aveva lasciato paralizzato. Lee ora è pronto a uccidere Song.

A Killer Paradoux finale: che fine fanno Lee e Jang?

Si passa al funerale del padre di Jang, mentre quest’ultimo viene indagato dai suoi superiori. Una dichiarazione della polizia dice che Roh-bin aveva lavorato a stretto contatto con Song per uccidere tutte quelle persone. Ma non è proprio andata così, visto che avevano già stretto legame prima che accadesse tutto questo. Ma Roh-bin aveva deciso di prendersi lui le colpe per aiutare e proteggere Lee. Quando i superiori di Jang gli chiedono dove si trovi Lee, scopriamo cos’è successo nella fabbrica.

Jang toglie la sicurezza dalla pistola e preme il grilletto, ma non esce fuori alcun proiettile. Lee si inginocchia e piange, consapevole che vivrà. Jang è convinto, però, che prima o poi qualcuno lo catturerà. Ed ecco che scoppia un incendio nella fabbrica, dove qualsiasi prova del coinvolgimento di Lee viene distrutta. Anche il corpo di Roh-bin viene bruciato dalle fiamme, sebbene Lee tenti in tutti i modi di tirarlo fuori. Nel finale di A Killer Paradoux, Lee fugge in Tailandia, dove inizia a lavorare come pescatore.

Viene trovato dalla polizia dell’immigrazione, che gli chiede il motivo per cui si sta nascondendo in un altro Paese, visto che in Corea risulta una persona pulita. Infatti, un agente conferma che Lee risulta innocente da tutte le accuse, in quanto non ci sono prove. Nel finale di A Killer Paradox, Jang si trova in compagnia del cane che aveva salvato e sente la notizia di un uomo, che si chiama Kim ed era un assassino, che è stato ucciso. Sembra, dunque, che Lee sia tornato a fare ciò che stava facendo prima.

A Killer Paradox 2 si farĂ ? Cosa si sa sulla seconda stagione

Tenendo conto del finale della prima stagione si può tranquillamente pensare a A Killer Paradox 2. Nel mondo, la serie TV sta già ottenendo un certo successo e questo potrebbe portare Netflix a decidere di rinnovare. D’altronde sarebbe interessante assistere a un nuovo inseguimento tra Jang e Lee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *