28 Maggio 2024
Film e Serie TVStorie vere

El Conde come finisce: spiegazione finale e chi era Pinochet

Dal 15 settembre 2023 è disponibile su Netflix El Conde. Si tratta del film diretto da Pablo Larraín, il quale re-immagina Augusto Pinochet in versione vampiro. Al Festival di Venezia 2023 la pellicola si è aggiudicata il premio per la miglior sceneggiatura. La trama vede il mondo credere che il dittatore cileno sia morto. In realtà, è vivo ed è un vampiro di 250 anni, che vive in una villa in Patagonia con sua moglie Lucía e il maggiordomo Fëdor. Stanco, vorrebbe lasciarsi morire, rinunciando così al sangue umano. All’ultimo momento cambia idea, ma i suoi figli sono determinati a ottenere il patrimonio che lui ha nascosto in varie parti del mondo. A questo punto, assoldano la suora Carmencita per farla infiltrare nella villa come contabile.

El Conde: chi era Augusto Pinochet

El Conde su Netflix rappresenta una rivisitazione immaginaria del dittatore cileno Augusto Pinochet. Chi era davvero? Ha comandato il Cile per circa due decenni, precisamente dal 1973 al 1990. Si tratta di un periodo terribile della storia di questo Paese, durante il quale tantissime persone sono state uccise e torturate. Arrestato nel 1998, è riuscito ad andare via sebbene fosse ritenuto colpevole di terrorismo e genocidio. Dopo il suo ritorno in Cile, sono state diverse le accuse che sono cadute su di lui. Prima di essere condannato, è morto nel 2006, a 91 anni, a causa di un arresto cardiaco e un edema polmonare nell’ospedale militare di Santiago.

Anche da morto ha diviso il Cile. Infatti, ci sono stati degli scontri tra i suoi sostenitori e gli oppositori. La socialista Michelle Bachelet, Presidente della Repubblica, il cui padre è morto in prigione proprio a casa di Pinochet, ha deciso di negare i funerali di Stato. Non ha potuto evitare le esequie militari, tanto che 60mila persone hanno omaggiato la salma, che è stata cremata.

El Conde: il riassunto della trama del film

come finisce il film el conde
Netflix

Nel film El Conde, Augusto Pinochet si rende conto di essere un vampiro e finge di essere morto. Gira il mondo, prendendo parte a diverse rivoluzioni, e poi si stabilisce in Cile, dove diventa un dittatore. Trascorsi ormai due secoli, decide di morire e di lasciare le sue proprietà alla moglie, al maggiordomo e ai suoi figli Luciana, Mercedes, Giacinta, Aníbal e Manuel. Viene assunta la suora Carmencita per distribuire il suo patrimonio. In realtà, la donna si sta preparando per uccidere El Conde e prendersi le sue ricchezze. Intanto, diventa sempre più chiaro che il dittatore non è innamorato di sua moglie e inizia ad avvicinarsi a Carmencita.

Augusto si rende conto di essere diventato debole e ora che è innamorato della donna vuole riprendere le sue forze. Inoltre, scopriamo che il suo fedele maggiordomo è in realtà un traditore e la moglie Lucía lo sta tradendo con quest’ultimo. Non sa che Carmencita è stata assunta dai suoi figli per localizzare il denaro che ha nascosto ed eseguire l’esorcismo su di lui.

Come finisce El Conde: spiegazione del finale

come finisce il film el conde
Netflix

Verso il finale di El Conde, Augusto Pinochet rinuncia a morire, in quanto innamorato di Carmencita, la quale viene da lui trasformata in un vampiro. Intanto, Fyodor confessa di essere il responsabile della morte di quelle persone all’inizio del film, mentre indossava l’uniforme del generale. Il suo scopo era quello di far credere ai figli di Pinochet che era stato quest’ultimo a compiere quella serie di attacchi da vampiro, per convincerli a ucciderlo. Alla fine chi narra le scene del film si rivela a Pinochet: si tratta della britannica Iron Lady, ovvero Margaret Thatcher. Quest’ultima era una contadina nel XVIII secolo, che lavorava in Francia.

Qui è stata violentata e trasformata in un vampiro. Rimasta incinta, ha scelto di abbandonare il bambino, tenendolo d’occhio a distanza. Ora vuole prenderlo e iniziare con lui una nuova vita. Ebbene si tratta proprio di Pinochet. Quest’ultimo rifiuta la madre perduta, per stare a fianco di Carmen. Ma ecco che la suora cerca di ucciderlo. Nel finale di El Conde è proprio Carmen a morire, quando i figli di Augusto scoprono che è lì per rubare il loro denaro. Invece, Fyodor morde Lucía e la trasforma in vampiro, per permetterle di uccidere Pinochet. Quest’ultimo, però, riesce a ucciderla. Anche Fyodor viene da lui ucciso.

El Conde finisce con i cinque figli che guardano impotenti mentre Pinochet e sua mamma Margaret bruciano tutti i corpi, senza ottenere i soldi che tanto desideravano. Nonostante questo, potrebbero riuscire a vendere l’arredamento della villa. Nel finale Pinochet e Margaret riacquistano la loro giovinezza, mangiando il cuore di un altro vampiro. Nell’ultima scena è possibile vederli ricchi e felici in Cile. Le vere ricchezze di Pinochet erano i preziosi oggetti di antiquariato che teneva nascosti nel seminterrato. Ora il dittatore è di nuovo giovane e Margaret può finalmente trascorrere la sua vita al suo fianco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *