21 Febbraio 2024
Film e Serie TV

Expats recensione: perché vedere la serie TV con Nicole Kidman

Dal 26 gennaio 2024 è disponibile su Prime Video Expats con i primi 2 episodi. Gli altri 4 verranno rilasciati sulla piattaforma di streaming di Amazon ogni venerdì, fino al 23 febbraio. Cosa bisogna aspettarsi dalla nuova serie TV con Nicole Kidman? Al centro della trama ci sono tre donne benestanti statunitensi espatriate a Hong Hong, che sono legate da una forte amicizia. Diretta da Lulu Wang, la serie è basata sul best seller di Janice Y. K. Lee intitolato The Expatriates. La protagonista, Nicole Kidman, è anche la produttrice esecutiva.

Expats su Prime Video: di cosa parla la serie?

La serie TV Expats è ambientata nella Hong Kong del 2014 e racconta la storia di tre donne: Margaret (Nicole Kidman), Hilary (Sarayu Blue) e Mercy (Ji-young Yoo). Le loro vite si intrecciano quando avviene una tragedia familiare. Mentre Margeret è sposata con Clarke (Brian Tee) e tenta di affrontare i duri colpi della vita, Hilary è una casalinga che desidera avere un figlio per salvare il suo matrimonio con David (Jack Houston). Mercy, invece, è una giovane laureata alla Columbia che vorrebbe ricominciare da capo la sua vita.

Vivono nella comunità di espatriati a Hong Kong, dove vorrebbero ricostruirsi la propria identità. Allo stesso tempo, le tre protagoniste sono molto diverse tra loro. Ed ecco che il loro mondo sfavillante cambia quando nascono delle inaspettate alleanze e spuntano fuori segreti nascosti. La serie inizia con Margaret e Clarke che stanno affrontando la perdita del loro giovane figlio Gus, ma quanto è accaduto viene tenuto segreto. Il loro dolore si fa notare quando viene festeggiato il 50esimo compleanno di Clarke. Così la serie TV torna indietro nel tempo, a ciò che è accaduto.

Prima di fare questo passo indietro, è possibile vedere Margaret è sconvolta e Mercy è presente alla festa. Intanto, Margaret ha litigato con Hilary, la quale partecipa all’evento, ma senza suo marito David.

Expats serie, la recensione: cosa va e cosa no

la serie tv expats
Prime Video

Mentre nel primo episodio di Expats ci sono dei salti temporali, nel secondo c’è una struttura più lineare. Allo stesso tempo, l’episodio 1 porta il pubblico a porsi tante domande, cercando di rimettere insieme i pezzi su cosa sta succedendo e cosa è accaduto. Di sicuro la protagonista della trama diventa Margaret, in quanto ciò che è accaduto al figlio Gus è la cosa che incuriosisce di più. Nicole Kidman fa un buon lavoro in questo, mettendo in scena un personaggio dal comportamento frenetico e frustrato per via della grave perdita subita.

Sia Mercy che Hilary sono due personaggi egocentrici. La prima prende decisioni sbagliate e poi crede di essere maledetta. Invece, ciò che fa Hilary serve solo a se stessa e a nessun altro. Per questo, questi due personaggi rischiano di non essere apprezzati dal pubblico. Hilary attira l’attenzione dello spettatore quando rivela un oscuro segreto di famiglia, mentre si ritrova in ascensore con sua mamma e un vicino. Si intuisce che ha imparato a sopravvivere non mostrando una parte di se stessa a chi le sta accanto.

Diventa poi interessante conoscere Puri, la governante di Hilary, ed Essie, la governante di Margaret. Non solo, viene anche presentato il pastore Alan. Questi personaggi probabilmente, tenuti ai margini della storia, avrebbero avuto un impatto più positivo nella storia se fossero stati messi al centro della scena.

Di sicuro, i momenti migliori della serie TV Expats sono quelli in cui i personaggi riescono a mettersi a nudo mostrando i loro sentimenti. Nella loro semplicità, questi momenti funzionano davvero a livello emotivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *