19 Giugno 2024
Film e Serie TVStorie vere

Griselda serie, storia vera: crimini, arresto, mariti, figli e morte

Dal 25 gennaio 2024 è disponibile su Netflix Griselda. Si tratta della serie TV composta da sei episodi diretti da Andrés Baiz, basata sulla storia vera di Griselda Blanco. Quest’ultima è nota per aver creato uno dei cartelli della droga più conosciuti della storia della Colombia. La protagonista è interpretata da Sofia Vergara e rappresenta una donna che è divenuta una potente e spietata boss, conosciuta anche come la Madrina o la Vedova Nera. La serie TV, realizzata dallo showrunner di Narcos Eric Newman, ripercorre la sua vita, tra i due mariti morti, le attività criminali e i figli.

Griselda su Netflix: la storia vera

Griselda Blanco è stata una boss della droga colombiana, attiva tra gli anni ’70 e ’80. La donna è stata collegata a 250 omicidi e condannata a 35 anni di carcere, dopo aver gestito un grande impero della droga. La spietata trafficante è nata nella povertà e, durante la sua attività da criminale, ha ottenuto circa 80 milioni di dollari al mese alla fine degli anni Settanta e Ottanta a Miami.

Chi era Griselda Blanco? Le origini e l’infanzia da criminale

Griselda Blanco è nata a Santa Marta, in Colombia, e si è trasferita con sua mamma a Medellín quando aveva 3 anni. Da bambina è cresciuta nella povertà, durante la guerra civile colombiana, La Violencia. Quando aveva solo 11 anni pare abbia rapito un bambino, in una zona lussuosa della Colombia. L’avrebbe ucciso dopo aver cercato il riscatto. Prima di avere 13 anni, è diventata una borseggiatrice. Dopo di che, quando aveva 19 anni, è scappata di casa per allontanarsi dagli abusi del fidanzato di sua madre.

Griselda Blanco: quando è diventata una trafficante

la storia vera di griselda blanco
Netflix

A Medellín, Griselda Blanco è diventata una protagonista di uno dei cartelli della droga più potenti della storia. Ha esteso la sua attività criminale tra la Colombia e le città americane, come Miami e New York. Griselda a 21 anni è emigrata illegalmente negli Stati Uniti, usando dei documenti falsi, nel 1964. Blanco si è stabilita nel Queens con i suoi primi tre figli e il primo marito, José Darío Trujillo. Qui ha dato inizio alla sua estesa attività con molte persone sotto il suo comando. Griselda ha divorziato dal primo marito e poi ha incontrato il trafficante di droga Alberto Bravo.

Griselda Blanco: la morte del primo marito e chi era Alberto Bravo

Secondo vari rapporti, pare che Blanco abbia organizzato l’uccisione del suo primo marito diversi anni dopo il loro divorzio, che non era apparentemente definitivo. Al suo fianco ha avuto Alberto Bravo, che era un trafficante di droga che l’ha introdotta in questo traffico illegale. L’uomo è diventato il suo secondo marito e, come è possibile leggere qui di seguito, è stato ucciso, si pensa proprio da Griselda.

Griselda Blanco: le sue strategie e la morte di Alberto Bravo

la storia vera di griselda blanco
Netflix

Griselda Blanco ha avviato la sua attività di traffico di droga progettando biancheria intima con tasche segrete e lavorando con altri trafficanti. La crudeltà della donna e di Alberto Bravo ha fatto nascere una rete redditizia che è diventata la base dell’impero di lei. L’attività è esplosa e nel 1975 ha ricevuto accuse federali. Per evitare il carcere, Blanco è fuggita in Colombia, dove ha usate le sue particolari tattiche per nascondersi. Infatti, era in grado di cambiare il suo aspetto in modo sorprendente. Quello stesso anno, Griselda ha avuto delle divergenze importanti con Bravo, diventato suo marito, a causa del denaro e pare sia stata lei a ucciderlo.

Alla fine degli anni ’70, Blanco è tornata negli Stati Uniti, trasferendo la sua attività a Miami. Si ritiene che Griselda abbia ordinato circa 200 omicidi tra Colombia, Florida, New York e California. A Miami sarebbe stata dietro vari omicidi avvenuti anche in pieno giorno.

Chi erano i figli di Griselda Blanco

Griselda Blanco ha avuto sempre al suo fianco i suoi figli. In particolare, il primogenito, Dixon Dario Trujillo-Blanco, gestiva l’attività a San Francisco. Mentre la loro mamma si trovava in carcere tre dei suoi figli, Uber, Dixon e Osvaldo,, sono stati uccisi. Il figlio Michael ha raccontato che sua mamma era diventata nuovamente cristiana, dopo il carcere, nei suoi ultimi anni di vita.

L’arresto di Griselda Blanco e cos’è accaduto dopo

la storia vera di griselda blanco
Netflix

Le forze dell’ordine hanno deciso di creare l’operazione Central Tactical Unit (CENTAC 26), che ha visto collaborare il dipartimento di polizia di Miami e la DEA (Drug Enforcement Administration). Blanco è fuggita in California ed è stata una ricercata per altri dieci anni. Dopo di che, Griselda è stata arrestata dall’agente della DEA Bob Palumbo. Blanco ha fallito quando ha cercato di usare la testimonianza di Jorge Ayala, suo fidato sicario. Alla fine si è dichiarata colpevole di tre capi d’accusa di omicidio di secondo grado nel 1988 ed è stata condannata a 20 anni di carcere.

Nel 2002, in prigione, ha avuto un attacco di cuore. Con un patteggiamento e per via di alcuni problemi di salute, la sua condanna è stata commutata ed è stata rilasciata dalla prigione nel 2004. A questo punto, è tornata in Colombia, dove sembrava vivere finalmente una vita tranquilla.

Com’è morta Griselda Blanco? Chi l’ha uccisa?

Griselda Blanco è morta nel 2012, a 69 anni. Mentre usciva da una macelleria di Medellín è stata colpita due volte da un sicario, che viaggiava su una moto. La sua ultima fotografia risale all’anno 2007, scattata da un paparazzo. Durante il periodo successivo al carcere, si sono perse le sue tracce e nessuno sapeva dire dove vivesse. Questo, fino a quando non è stata uccisa mentre si trovava con sua figlia incinta. Si è parlato della presenza di due sicari, la cui identità sarebbe rimasta sconosciuta, che sarebbero arrivati in sella a una moto.

Per uccidere Griselda è stata usata un’esecuzione spietata, che ha ricordato molto il tipo di agguati che lei stessa aveva ordinato in passato per i suoi nemici. Dopo essere stata colpita dai sicari, Blanco è stata ricoverata d’urgenza in un ospedale del quartiere Belén di Medellín. Griselda è morta in ospedale poco dopo il suo arrivo. In Colombia probabilmente qualche idea su chi possa aver ordinato l’omicidio della donna è stata fatta, ma non ci sarebbero conferme ufficiali al riguardo.

Le leggende su Griselda Blanco: come sono morti i suoi tre mariti?

Sono nate delle leggende intorno alla figura di Griselda Blanco. Si pensa che abbia ucciso i suoi mariti, ma non vi sono prove certe di questo. Si sa che il suo primo marito, Trujillo, è morto a causa di alcune complicazioni legate all’epatite, nel 1970. Ma si è fatta sempre più importante l’indiscrezione che vede Griselda responsabile della sua morte. Il suo secondo marito è stato Alberto Bravo e si dice che Pablo Escobar abbia ordinato il suo omicidio. L’uomo è morto durante una sparatoria a Bogotà. Si pensa, però, che invece sia stata proprio Blanco a ucciderlo. Il motivo? Pare ci fosse il sospetto che l’uomo avesse rubato milioni di dollari alle spalle di Griselda.

Il suo terzo marito è stato Darío Sepúlveda, un rapinatore. L’uomo avrebbe rapito il loro figlio e l’avrebbe lasciata a Miami. Per questo si pensa che sia stata proprio Griselda a farlo uccidere. Infatti, anche Darío Sepúlveda è morto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *