25 Aprile 2024
Film e Serie TV

La casa che brucia come finisce: finale spiegato e news stagione 2

Dal 13 luglio 2023 è disponibile su Netflix La casa che brucia. Si tratta di una nuova serie TV giapponese di genere thriller, che vede protagonista Anzu, una ragazza alla ricerca della verità su quanto accaduto anni prima. Vediamo insieme nel dettaglio cosa accade nel corso degli episodi e la spiegazione del finale.

La casa che brucia: il riassunto della serie TV su Netflix

La serie TV La casa che brucia inizia con un riassunto su quanto accaduto 13 anni prima. I genitori di Anzu divorziarono perché la madre, Satsuki, fu accusata di aver bruciato la casa. La donna, secondo le accuse, avrebbe lasciato per errore la stufa accesa. Dopo l’accaduto, Satsuki non è più riuscita a tornare in sé, tanto che non ricorda neppure più le sue figlie, Anzu e Yuzu. Il padre, Osamu, è ricco medico e direttore dell’ospedale Mitarai. L’uomo non si è mai messo in contatto con le due figlie in questi anni e si è anche risposato con un’altra donna, Makiko. Quest’ultima è una mamma single con due figli ed ex amica intima di Satzuki.

La donna è ossessionata dal mondo dei social network e tenta di mantenere un’immagine di perfetta casalinga. In segreto assume una governante in modo che la gente pensi che riesca a conciliare casa e lavoro in modo idilliaco. Ebbene la governante assunta è proprio Anzu, che si fa chiamare Shizuka Yamauchi. Il suo scopo è quello di scoprire chi ha davvero appiccato l’incendio, in quanto vide all’epoca Makiko soddisfatta nell’assistere al triste evento. Nella casa, però, non può accedere al piano superiore. Ben presto Anzu scopre che il figlio maggiore della donna, Kiichi, vive lì e non esce mai dalla sua stanza.

Quando Makiko viene a sapere che l’ha disobbedita salendo le scale la licenzia. Pochi giorni dopo Anzu la aiuta e la convince a darle un’altra possibilità. Mentre si avvicina a Kiichi, la ragazza indaga, ricordando di aver visto una persona uscire di casa dopo l’incendio con il cardigan della madre. Ebbene trova proprio questo capo tra le cose di Makiko ed è ora convinta che sia stata lei. Ma Kiichi sospettava qualcosa e scopre che è Anzu. Inizia a ricattarla dopo aver girato un video che la ritrae mentre indaga e la fa lavorare per lui.

La casa che brucia, verso il finale: nuove prove contro Makiko

la casa che brucia su netflix
Netflix

Anzu decide di portare a sua mamma le cose che Makiko le aveva rubato. Questa volta Satsuki sembra ricordare qualcosa. Invece Yuzu si mette in contatto con Shinji, il figlio minore di Makiko. Il ragazzo inizia a provare interesse nei suoi confronti, tanto che la aiuta a rivedere il padre alle spalle della madre. Così Yuzu riesce ad accedere al filmato di sicurezza che Anzu aveva nascosto nell’ospedale 13 anni fa. Kiichi si sente ormai sotto il controllo della madre e ha una lite con Anzu. Quest’ultima gli confessa di essere convinta che la responsabile dell’incendio sia Makiko.

Per Kiichi non è una sorpresa, in quanto ha sempre avuto dei sospetti su sua madre, che gli aveva chiesto di dimenticare quanto accaduto. Ecco che Kiichi si schiera così dalla parte di Anzu e la aiuta a cercare la verità. I due si avvicinano molto e lui sembra volere finalmente cambiare vita. Intanto, Yuzu continua a vedere il padre per scoprire il passato della madre, così da ottenere le prove per incastrare Makiko. Mentre ad aiutare le due sorelle c’è anche l’amica di Anzu, Claire, Kiichi porta nuove prove. Dà alla protagonista il vecchio laptop della madre.

Si scopre così che Makiko ha sempre voluto essere come Satsuki, tanto che tentava di fingere di essere lei e di avere la sua stessa vita. Infatti, ha creato un personaggio online, Aliza-san, e ha scritto un blog sulla vita che tanto sognava. Yuzu si fida del padre e gli rivela che la colpa dell’incendio è di Makiko, la quale è sempre più sospettosa. Così arriva a scoprire tutto e fa sembrare Yuzu come una bugiarda, bruciando anche l’unica prova, il cardigan.

Dopo ciò, Anzu affronta il padre. Si scopre, tramie Ichihara, che Satsuki non può aver appiccato l’incendio in quanto si trovava con lei in quel momento. Non solo, intende aiutare Anzu a trovare la verità. Un piano di Kiichi porta Anzu a rivelare a tutti che Makiko è la colpevole dell’incendio. Una fan del vecchio blog di Makiko, Mujina, racconta ad Anzu di aver visto Makiko recarsi nella casa proprio quel giorno e le consegna una foto di lei con il cardigan.

Come finisce La casa che brucia: Satsuki si riprende e affronta Makiko

Makiko capisce che Shizuka è in realtà Anzu, ma si rifiuta ancora di confessare. Quando tutti si rivoltano contro di lei ecco che finalmente dice la verità. A questo punto: Anzu pretende che chieda scusa a sua madre e Osamu vuole il divorzio. Alla fine, però, quest’ultimo la sostiene di fronte ai media abbandonando le due figlie, di nuovo. Intanto Satsuki ricorda tutto e scopre che il marito si è risposato con quella che credeva fosse sua amica. Riesce ad hackerare l’account social di Makiko e rivela mondo che la sua vita è basata sulla menzogna. Le due donne si confrontano dopo 13 anni ed entrambe esprimono odio reciproco. La vita di Makiko cade a pezzi.

Finale La casa che brucia: ecco chi è il colpevole

Verso il finale de La casa che brucia su Netflix, tutti ormai sanno la verità su Makiko, la quale riceve brutti commenti sui social. Quanto accade colpisce negativamente anche la reputazione di Osamu in ospedale, il quale si pente di aver sposato la donna. Intanto, Kiichi decide di lasciare quella casa e Anzu lo trova, lo porta nella sua abitazione e iniziano a vivere insieme. Osamu confessa alla polizia il crimine commesso da Makiko e così il caso viene riaperto. Sebbene Makiko confessi, cadono sospetti su Kiichi. Dopo aver trascorso una serata romantica a guardare le stelle come facevano da bambini con Anzu, il ragazzo fa qualcosa di inaspettato. Kiichi confessa di essere stato lui a incendiare la casa 13 anni prima e si consegna alla polizia. La verità è questa?

Si scopre così quanto accaduto. Kiichi scoprì che sua madre rubava le cose di Satsuki e le consigliò di non farlo più. Il giorno dell’incendio, la donna si recò in quella casa per restituire tutto, ma si rese conto di aver dimenticato quel cardigan. Ciò avvenne troppo tardi, in quanto non potè più tornarlo indietro in quanto la casa era stata bruciato. Convinta che il figlio avesse agito per proteggerla, cercò di tenere tutto segreto. Lei stessa racconta la storia ad Anzu e Yuzu. In realtà, fu Shinji a incendiare la casa! Quel giorno il ragazzo si recò lì per restituire il cardigan a Satzuki.

Nel finale de La caa che brucia si scopre che Shinji vide del cibo nella cucina della casa e decise di scaldarlo, facendo scoppiare accidentalmente l’incendio. Uscì di corsa con il cardigan e non raccontò nulla a nessuno. Kiichi aveva, però, capito la verità e per salvare sia il fratello che la madre ha deciso di prendersi la colpa.

La casa che brucia: la spiegazione del finale

Shiji si scusa con Anzu e Yuzu. Dopo di che, chiede scusa anche a Satsuki in ginocchio per non averle tolto la colpa che non aveva. Quest’ultima ammette di non provare rancore per lui e lo perdona. Quando Shiji confessa, Kiichi viene rilasciato. In quanto aveva meno di 14 anni all’epoca, il ragazzo non viene punito per incendio doloso. Poi si reca da Osamu e gli confessa di voler ancora lavorare in ospedale. Così Shinji ottiene un’altra possibilità e anche il sostegno di Yuzu.

La casa che brucia finisce con Satsuki che torna a casa, ricomincia a studiare e fa tutto ciò che non ha potuto fare in questi anni. Yuzu inizia a lavorare per un’agenzia di comunicazione, mentre Osamu e Makiko divorziano. Quest’ultima torna comunque sui social network. Anzu confessa il suo amore a Kiichi e vanno a vivere insieme. Nella scena finale si scopre cosa sta succedendo dopo tre mesi: Anzu e Kiichi vivono insieme e lavorano con Claire.

La casa che brucia 2 si farà? Cosa si sa sulla seconda stagione

Non si sa ancora se ci sarà una seconda stagione de La casa che brucia. Va considerato che non ci sono altri dubbi riguardanti il caso principale della serie TV. Infatti, la verità alla fine è uscita fuori. Bisognerà capire Netflix se avrà ancora intenzione di puntare su questi personaggi con una stagione 2 o se si concluderà tutto così. Questa decisione potrebbe dipendere dal gradimento ottenuto dagli abbonati. Ma tenendo conto del finale, sembra che la serie sia stata creata per avere solo una stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *