25 Febbraio 2024
Film e Serie TV

Terra amara anticipazioni giugno 2023: chi ha avvelenato Zuleyha

Nelle puntate di Terra amara di giugno 2023 Zuleyha finisce in ospedale. La protagonista della soap opera turca si sente male in carcere e si pensa che sia stata avvelenata. Ma chi ha cercato di uccidere Zuleyha? I sospetti cadono inizialmente su Demir. Infatti, a Cukurova inizia a circolare questa voce per colpa di Hatip. Il tutto accade mentre lo Yaman continua a tenere nascosti Adnan e Leyla. Hunkar tenta di far ragionare il figlio e di scoprire dove si trovano. Ma vediamo ora insieme chi ha avvelenato Zuleyha in Terra amara.

Terra amara anticipazioni: Zuleyha in ospedale, chi l’ha avvelenata?

Le anticipazioni di Terra amara segnalano che Zuleyha finisce in ospedale, dopo un malore. Hatip sospetta che Demir abbia avvelenato la Altun. A Cukurova inizia a circolare questa voce. Ma ecco che nelle prossime puntate anche tutte le altre detenute in carcere si sentono male per via di un intossicazione. Intanto, Yilmaz viene a sapere, attraverso Cetin, che qualcuno ha cercato di uccidere Fekeli. Per questo motivo, Akkaya decide di tornare con tutta la sua famiglia a Cukurova per aiutare colui che considera suo padre. Non solo, viene anche a conoscenza di ciò che sta accadendo a Zuleyha.

terra amara anticipazioni 2023

Mujgan ammette di fronte a Behice che vorrebbe vedere morta la Altun, in quanto ritiene che sia lei l’unica responsabile delle sue sofferenze. Ed ecco che si vede una donna travestirsi da infermiera in ospedale per uccidere Zuleyha in Terra amara. Si tratta di Behice, la quale vuole mettere fine alla vita della Altun. Zuleyha non viene uccisa dalla zia di Mujgan in quanto riesce a svegliarsi appena in tempo. Nessuno, però, sembra credere alla sua versione, tanto che sia i medici che Julide credono che sia tutto frutto di allucinazioni dovute dalle medicine.

Quando si scopre che tutte le detenute hanno avuto un’intossicazione cadono i sospetti su Demir e Yilmaz capisce così di aver commesso un errore ad accusarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *