21 Aprile 2024
Film e Serie TVStorie vere

Volo Pan Am 73: la storia vera e il finale del film

Volo Pan Am 73 è un film del 2016 basato su una storia vera. La pellicola diretta da Ram Madhvani va in onda stasera, 15 giugno 2023, su Cielo. Protagonista della vicenda è l’assistente di volo Neerja Bhanot, la quale nel 1986 diventò un’eroina opponendosi ai terroristi che cercarono di dirottare il volo Pan Am 73 durante lo scalo aeroportuale di Karachi, in Pakistan. Attraverso questo film è possibile ripercorrere l’atto eroico di questa giovane ragazza rimasta nella storia. Chi ha un abbonamento con Now TV può vedere il film Volo Pan Am 73 in streaming. Ma vediamo insieme la trama e qual è la storia vera su cui si basa.

Volo Pan Am 73: la trama del film

La trama di Volo Pan Am 73 è dedicata alla coraggiosa Neerja Bhanot, una modella indiana e hostess. Quest’ultima lavora per la Pan Am, una compagnia aerea di viaggi intercontinentali. La ragazza è appena uscita da un matrimonio che non la rendeva felice ed è ostinata a continuare la sua carriera di modella e assistente di volo. Neerja tiene molto alla sua famiglia e al suo amico di sempre, il quale prova per lei un forte sentimento. Ma ecco che durante un volo, che sembra essere uno come tutti gli altri, diretto a Francoforte e poi a New York City negli Stati Uniti, l’aereo subisce un attacco da parte di alcuni terroristi armati, in Pakistan.

storia vera di volo pan am 73
Fox Star Studios

Attraverso un passaggio secondario che conduce alla pista di atterraggio, i piloti dell’aereo riescono a fuggire. Invece i passeggeri, circa 350, vengono presi in ostaggio da questo gruppo di criminali insieme all’equipaggio per molte ore. I terroristi attendono l’arrivo di nuovi piloti sperando di raggiungere l’isola di Cipro e, nel frattempo, iniziano a torturare e a uccidere chi ancora si trova sull’aereo. Precisamente i terroristi del Volo Pan Am 73 uccidono subito due persone. L’equipaggio non può fare altro che tentare di tenere tranquilli di passeggeri, mentre i momenti di tensione diventano sempre più forti. A prendere la situazione in mano ci pensa la capo-assistente di volo Neerja, la quale cerca di tranquillizzare i passeggeri, mostrando tutto il suo coraggio.

Volo Pan Am 73 storia vera: i fatti reali, il sacrificio di Neerja Bhanot

Per capire come finisce Volo Pan Am 73 possiamo ripercorrere la storia vera. Era il 5 settembre 1986 quando un Boeing 747-121 venne dirottato dopo essere atterrato a Karachi da cinque terroristi facenti parte dell’organizzazione palestinese di Abu Nidal. Sull’aereo si trovavano 360 passeggeri e 19 membri dell’equipaggio. Appena arrivato all’Aeroporto Internazionale Chhatrapati Shivaji di Mumbai, il velivolo era pronto per raggiungere Francoforte sul Meno e poi l’Aeroporto Internazionale americano John F. Kennedy di New York. Nel corso del dirottamento i terroristi uccisero purtroppo 20 passeggeri: 12 indiani, 3 pakistani, 3 statunitensi e 2 messicani.

storia vera di volo pan am 73
La vera Neerja Bhanot

Ci furono vittime italiane durante il Volo Pan Am 73? Tra i passeggeri c’erano circa 50 italiani, di cui alcuni restarono solo feriti. A un certo punto, i terroristi colpirono vari passeggeri, utilizzando anche esplosivi. Nel caos totale, l’eroina Neerja riuscì ad aprire un portellone dell’aereo. Ma invece di salvarsi, cercò di far scendere la maggior parte dei passeggeri e gli altri membri dell”equipaggio. Uno dei terroristi arrivò alle sue spalle e la uccise. Alla fine morirono 22 persone e rimasero ferite 150. Il numero sarebbe stato più alto se non ci fosse stata Neerja.

L’incubo terminò quando finalmente i servizi di sicurezza pachistani riuscirono a ferire i cinque terroristi, che furono poi identificati, processari e condannati a morte. La sentenza fu poi commutata in ergastolo. Uno di loro, Zayd Hassan Abd al-Latif Safarini è stato rilasciato nel 2001, per poi essere preso dall’FBI ed estradato così da fargli scontare una pena di 160 anni negli Stati Uniti. Gli altri quattro, invece, sono riusciti a fuggire nel 2008 dal carcere di Adiala, in Pakistan.

Uno di loro pare sia morto nel 2010 durante un attacco missilistico avvenuto nel Nord Pakistan. Gli altri risultano ancora oggi dei latitanti. Questa storia vide anche nella realtà protagonista l’assistene Neerja, che per salvare i passeggeri si sacrificò.

Volo Pan Am 73: differenze tra realtà e film

Quali sono le differenze tra il film Volo Pan Am 73 e la storia vera? Innanzitutto sull’aereo nella realtà erano presenti 4 terroristi, mentre 1 li aiutava a terra. Invece, nel film sono tre a bordo del velivolo. Alla fine del film si scopre che tutti furono condannati al carcere a vita, ma non viene precisato che nel 2008 alcuni di loro riuscirono a evadere dal carcere.

Un’altra differenza riguarda il bambino al quale l’eroica Neerja bisbiglia nel film le ultime parole prima di morire. Nella realtà pare non ci sia alcuna testimonianza di questo. Nel film il messaggio che deve essere riportato a sua mamma, nel film, è “Pushpa (fiorellino), non voglio vedere quelle lacrime, odio le lacrime”. Tale frase è nota in India ed è tratta dal film Amar Prem del 1972.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *