28 Maggio 2024
Film e Serie TV

Fair Play film, spiegazione finale: come finisce tra Emily e Luke

Come finisce il film Fair Play? Su Netflix è disponibile il nuovo film thriller diretto da Chloe Domot. La pellicola, che ha scalato la classifica Top 10 della nota piattaforma di streaming, vede protagonisti gli attori Phoebe Dynevor e Alden Ehrenreich. La trama ruota intorno alla crisi di una coppia, composta da Emily e Luke. I due lavorano nello stesso ufficio, che si occupa di finanza. Il film propone molti colpi di scena, offrendo agli abbonati di Netflix un esplosivo thriller, dove non mancano i momenti più passionali di questa coppia. Ma vediamo ora insieme qual è la spiegazione del finale.

Fair Play film: riassunto della trama

I protagonisti di Fair Play, Emily e Luke, sono fidanzati felicemente e vivono insieme. Lavorano nello stesso ufficio e stanno programmando il loro matrimonio, sognando un futuro roseo insieme. Più precisamente lavorano in un noto fondo fiduciario, il One Crest Capital. L’azienda ha delle regole abbastanza rigide, tanto che vieta le relazioni tra colleghi. Per tale motivo, Emily e Luke tengono segreta la loro relazione, per evitare di essere licenziati. La loro storia inizia ad avere problemi quando lei riceve un’importante promozione e il suo fidanzato diviene un suo sottoposto. Aumentano le tensioni tra loro e non solo.

Infatti, Emily deve anche affrontare a lavoro un ambiente dove vi sono solo uomini. Ora deve fare di tutto per mantenere la sua nuova posizione e tenere in piedi la sua relazione con Luke. Nel corso del film, si comprende che lui non è felice della promozione della fidanzata. Il loro rapporto si spezza col passare del tempo, mentre Emily inizia ad avere sempre più potere in azienda e a guadagnare più soldi. La reputazione di Luke, invece, peggiora in quanto commette vari errori. Lui inizia a diventare cattivo, tenendo un comportamento passivo-aggressivo. La criitca in tutto, persino come si veste.

Come finisce Fair Play: la spiegazione del finale

come finisce fair play
Netflix

I problemi nella relazione di Emily e Luke aumentano e si fanno notare anche in ufficio. Addirittura, lui a un certo punto sparisce per giorni. Si presenta poi a una riunione di presentazione tra Emily, il capo Campbell, il collega Paul e un importante cliente. Luke è ubriaco e interrompe l’incontro, mostrandosi aggressivo. A questo punto, rivela che Emily ha una relazione con un collega, rivelando altri dettagli molto spinti, con lo scopo di farla licenziare. Nonostante questo, Campbell le chiede semplicemente di sistemare la situazione. Luke viene licenziato ed Emily appare sempre più protetta.

Verso il finale di Fair Play, i loro rispettivi genitori organizzano la loro festa di fidanzamento, ignari di ciò che accadendo. Luke partecipa e trascina con sé Emily. I due iniziano a litigare, attirando l’attenzione degli ospiti. Quando si recano nel bagno del bar, si lasciano andare alla passione e Luke diventa anche qui molto violento. Successivamente, quando rientra a casa, Emily lo trova seduto sul divano. Luke ha impacchettato tutte le sue cose e appare tranquillo e spensierato. Le svela che si sta trasferendo e che ha cambiato lavoro. Emily resta poi sconvolta quando lui non riconosce tutte le sue crudeli azioni commesse nei giorni precedenti.

A questo punto, la protagonista prende un coltello da cucina e minaccia Luke: ora deve scusarsi per ciò che ha fatto. Non sta scherzando, tanto che quando lui cerca di prenderle l’arma lo taglia al braccio e lo mette in ginocchio. Alla fine, Luke finalmente crolla e inizia a piangere, scusandosi e riconoscendo le sue colpe. Fair Play finisce con Emily che, soddisfatta, gli chiede di pulire il sangue dal pavimento e di andare via.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *