19 Giugno 2024
Film e Serie TVStorie vere

Maestro film: finale spiegato e la storia vera di Leonard Bernstein e Felicia Montealegre

Dal 20 dicembre 2023 è disponibile su Netflix Maestro, il film che vede sia nella regia che nel cast Bradley Cooper. L’attore questa volta racconta la storia vera del matrimonio di Leonard Bernstein e Felicia Montealegre. Lui direttore d’orchestra e compositore si innamora dell’attrice, che per costruire la loro famiglia lascia il suo lavoro. Ma la relazione di Leonard e Felicia subisce, a un certo punto, un’evoluzione particolare e un finale triste. Vediamo ora insieme chi erano Leonard Bernstain e Felicia Montealegre e come finisce il film.

Maestro: riassunto trama del film di Bradley Cooper

La trama del film Maestro inizia con Leonard Bernstein che ha 25 anni e viene a sapere che deve sostituire Bruno Walter alla direzione della New York Philharmonic. Così ottiene il primo suo grande successo come direttore d’orchestra. Tre anni dopo conosce Felicia Montealegre, a una festa. Tra loro inizia una frequentazione e si presentano insieme agli eventi mondani. Passano gli anni e ormai Leonard ha 37 anni ed è un direttore d’orchestra e compositore affermato. Vive con sua moglie Felicia e i suoi a Broadway.

Tre anni più tardi conosce l’attrice Felicia Montealegre a una festa e i due cominciano a frequentarsi e andare insieme ad eventi mondani; durante uno di essi a Bernstein viene consigliato di cambiare il suo cognome in “Burns”, dato che il suo cognome ebraico potrebbe chiudergli delle porte nel mondo della musica. Il film si concentra molto sulla loro storia, in particolare come è iniziata e i suoi alti e bassi. Intanto, è possibile notare i successi di Bernstein, la cui vita privata, però, inizia a diventare motivo di pettegolezzo. Le voci sulle sue relazioni extraconiugali con altri uomini arrivano pure alle orecchie della figlia, che Leonard rassicura.

Come finisce Maestro: spiegazione finale

Purtroppo a Felicia viene diagnosticato un metastatico al seno, che si è esteso ai polmoni. Si aggrava in modo rapido e questa parte finale di Maestro è interamente dedicata a lei. A come Leonard e i loro figli si sono occupati della sua malattia. Alla fine Felicia muore a 56 anni. Bernstein resta vedovo e inizia a fare abuso di alcol per evitare il dolore, trovando sollievo nella musica. Infatti, continua a suonare e a insegnare a giovani direttori d’orchestra. Nella scena finale, Leonardo è anziano, mentre fa la sua intervista, e riflette sulla morte di Felicia.

In quel momento ha un flashback e la vede camminare nel loro giardino. Dopo la morte di Felicia, Bernstein e i suoi figli hanno lasciato quella casa. Leonard, tornato a insegnare, ha delle relazioni con i suoi studenti.

Maestro, la storia vera: chi era Leonard Bernstein

come finisce il film maestro
Netflix

Leonardo Bernstein rappresenta uno dei compositori più importanti al mondo. Nei primi anni ’40 ha terminato gli studi ed è diventato l’assistente del direttore della New York Philharmonic. Questo l’ha portato a diventare direttore della New York City Symphony Orchestra. Successivamente è tornare nella New Your Philarmonic come direttore. Probabilmente il più grande successo l’ha conquistato quando è arrivato a Broadway, dove con Stephen Sondheim ha lavorato a West Side Story e al suo adattamento cinematografico.

Bernsterin ha ottenuti vari riconoscimenti nella vita, anche per la sua dedizione alla pace. Inoltre, ha anche condotto i Concerti di celebrazione della caduta del Muro di Berlino, nel 1989, mentre veniva demolito. Leonard era un fumatore e soffriva di asma. Alla fine si è ritirato dalla composizione nell’autunno del 1990 ed è morto cinque giorni dopo a 72 anni.

Maestro, chi era Felicia Montealegre: la storia con Bernstein

come finisce il film maestro
Netflix

Felicia Montealegre era un’attrice costaricana e cilena, che ha incontrato Leonard Bernstein a una festa nell’anno 1946. La coppia si è sposata nel 1951 e così è rimasta fino alla morte di lei. Felicia è morta nel 1978 a causa di un cancro ai polmoni. Insieme hanno avuto tre figli e instaurato un rapporto solido e stretto. Intanto, c’è da dire che la vita personale di Bernstein ha spesso complicato le cose. Infatti, il compositore si è spesso impegnato in altre relazioni, con degli uomini. Questa parte della sua vita privata era nota a sua moglie, che in una lettera privata al marito ha confermato.

Felicia Montealegre ha dato la possibilità a Bernstein di divere una doppia vita, come si legge su Esquire:

“Sei un omosessuale e non puoi mai cambiare. Non ammetti la possibilità di una doppia vita. Ma se la tua tranquillità, la tua salute, tutto il tuo sistema nervoso dipende da un certo modello sessuale cosa puoi fare?”

Bernstein ha cercato di nascondere le sue relazioni, in quanto negli anni ’50 era davvero difficile affrontare questo tipo di situazioni. Pare che uno dei suoi mentori, il direttore Serge Koussevitzky, gli abbia consigliato di sposare Felicia per nascondere le sue relazioni. Nel film Maestro è possibile scoprire anche la storia di Bernstein con lo studioso di musica Tom Cothran, con cui avrebbe trascorso diverse vacanze nella Carolina del Nord. Pare che con lui abbia avuto una relazione di circa due anni, periodo in cui avrebbe lasciato la casa coniugale.

Quando Felicia Montealegre si è ammalata, alla fine degli ’70, Bernstein è tornato da lei ed è stato al suo fianco fino al giorno della sua morte. Molti amici e familiari della coppia raccontano che la coppia condivideva un grande amore reciproco, nonostante tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *