28 Maggio 2024
Film e Serie TV

Un giorno e mezzo su Netflix: storia vera e spiegazione finale

Dal 1° settembre 2023 è disponibile su Netflix Un giorno e mezzo. Si tratta del nuovo film thriller diretto e interpretato da Fares Fares. Questo è per l’attore il suo esordio da regista. La pellicola è tratta da una storia che si basa su fatti realmente accaduti. La trama prende inizio da Artan, il quale vuole a tutti i costi ricongiungersi con la figlia. Arriva addirittura a tenere in ostaggio Louise, la sua ex moglie. Con lei e l’agente di polizia Lukas, dà inizio a un viaggio inaspettato. Una vera e propria avventura, vissuta con la polizia alle calcagna.

Un giorno e mezzo: la storia vera del film

Un giorno e mezzo è basato su fatti realmente accaduti. In particolare, la trama è ispirata a un vero evento che è avvenuto in Svezia. Il regista Fares Fares ha co-scritto la sceneggiatura del film insieme al giornalista Peter Smirnakos. Il primo si è lasciato ispirare da un articolo pubblicato tra il 2008 e il 2009. Lo stesso regista, in un’intervista per Vogue Scandinavia, ha spiegato che l’articolo era molto breve, ma l’ha incuriosito tanto. La storia vera vede un uomo entrare nell’ufficio di un medico con una pistola per costringere la sua ex moglie per scoprire dove si trovava suo figlio. L’evento ha incuriosito molto Fares, desideroso di approfondire i motivi per cui si arriva a compiere una mossa disperata per trovare un figlio, mettendo a rischio la sicurezza degli altri, attraverso questo film. Va precisato che solo quel dettaglio ha ispirato il regista. Infatti, la storia di Artan, Louise, Cassandra e Lukas tra rapimenti e scontri è frutto della sua immaginazione.

Un giorno e mezzo film: riassunto della trama

come finisce un giorno e mezzo
Netflix

La trama del film Un giorno e mezzo inizia con Artan che entra in un centro medico, per incontrare l’ex moglie Louise. Non riesce a incontrarla e alla fine estrae una pistola. Si scopre che avrebbero dovuto incontrarsi in un altro posto, ma lei non si è presentata. Artan, però, vuole vedere sua figlia e arriva a prendere in ostaggio Louise. La polizia arriva sul posto e li circonda. Il protagonista pensa così a un nuovo piano: parlerà con la polizia solo se manderanno al centro un ufficiale. Ed ecco che arriva l’ufficiale Lukas Malki. Quest’ultimo si assicura che l’uomo ha solo una pistola con sé e chiede agli altri agenti un’auto senza marchio.

Dopo di che, Artan lascia andare tutte le altre persone presenti al centro sanitario e la polizia gli consegna un’auto. A guidare la macchina fino all’abitazione dei genitori Louise, dove si trova la figlia Cassandra, è Lukas, mentre la polizia li segue. Artan crede che la polizia lo ritenga un terrorista, in quanto è un immigrato, e teme che verrà ucciso quando gli agenti avranno l’opportunità. Lukas, però, continua a mantenere la calma e scopre la storia dei due.

Louise dopo la nascita di Cassandra ha avuto dei problemi psicologici e ha fatto alcuni errori con lei. Artur non ha mai capito la sua malattia e ha cresciuto da solo la bambina, accusando la moglie di trascurarla. Ha anche tradito Louise, quando quest’ultima si è trasferita in una clinica. Così, il loro matrimonio è andato distrutto.

Un giorno e mezzo: Artan non vuole ragionare

Il padre di Louise possedeva il loro appartamento e ha buttato fuori di casa Artan. Dopo uno scontro, l’uomo ha fatto causa al genero e ha mentito in tribunale. Infatti, Artan è stato accusato di aggressione ed è finito per tre mesi in carcere. Allo stesso tempo, Louise ha ottenuto la custodia di Cassandra. Artan ha così perso tutto. Nel corso del film Un giorno e mezzo, arrivano finalmente a casa dei genitori di Louise. Qui Artan chiede a Lukas di portare la figlia in auto. Nel frattempo, si rifiuta di accettare le scuse dell’ex suocero, il quale poi peggiora le cose iniziando a insultarlo.

Infatti, si scopre che l’uomo non voleva che la figlia sposasse un arabo e, dunque, non ha mai accettato Artan. A complicare la situazione ci pensa la mamma di Louise, che inizia a offendere l’uomo, incolpandolo di tutto. Quando arriva Cassandra, Artan con amarezza scopre che si è dimenticata di lui. Ora vuole solo portare via lei e Louise. Ma ecco che il nonno cerca di sparare al protagonista. A fermarlo ci pensa Lukas, il quale è costretto ad andare via insieme ad Artan, Cassandra e Louise. Il protagonista vuole andare a Tirana, in Albania, con la sua famiglia e chiede all’agente di trovare i biglietti aerei.

Nessuna compagnia aerea, però, accetta di far volare un uomo armato sul proprio mezzo. Intanto, l’ambasciatore albanese in Svezia offre ad Artan una vita sicura a Tirana se si arrende. L’uomo, però, non vuole andare via senza la sua famiglia e rifiuta l’offerta. Cambia idea e decide di andare in Polonia, mentre Lukas e Louise tentano di convincerlo ad accettare l’offerta dell’ambasciatore.

Come finisce Un giorno e mezzo: spiegazione del finale

come finisce un giorno e mezzo
Netflix

Verso il finale di Un giorno e mezzo, Lukas cerca di far ragionare Artan raccontandogli la situazione e facendogli capire che lo capisce. Infatti, l’agente è divorziato e ha due figli. Uno di loro vive con la sua ex moglie e non vuole vederlo. Lukas ha preferito lasciare al figlio la possibilità di scegliere, continuando a essere un buon padre e sperando che un giorno possa perdonarlo. Per questo invita Artan a prendere la scelta giusta per Cassandra. Intanto, tutti insieme raggiungono il molo ed è ormai trascorso un giorno e mezzo da quando il protagonista ha preso in ostaggio Louise. La polizia sta cercando di negoziare con il capitano del traghetto, mentre Artan dà a Lukas il suo cellulare dargli la possibilità di parlare con il figlio visto che è il giorno del suo compleanno.

La conversazione tra i due getta nello sconforto Artan, il quale ripensa a tutte le cattive scelte che ha fatto. A questo punto, chiede a Lukas di permettergli di parlare da solo con Louise. I due parlano dei loro problemi e finalmente sembrano capirsi. Louise pensa, però, che non possano più stare insieme. Nonostante tutto, gli permetterà comunque di vedere Cassandra. Entrambi scoppiano a piangere e Artan svuota la sua pistola e la consegna a Louise, la quale la lancia fuori dall’auto. I due si abbracciano così per l’ultima volta. Un giorno e mezzo su Netflix finisce con Artan che fa un sorriso a Louise mentre viene arrestato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *