19 Giugno 2024
Film e Serie TVStorie vere

Vicino all’orizzonte come finisce: storia vera, Jessica Koch oggi

Vicino all’orizzonte è un film del 2019 di Tim Trachten, che racconta una storia vera. Si basa sull’omonimo bestseller di Jessica Koch e vede protagonisti gli attori Jannik Schümann, Luna Wedler e Luise Befort. La storia parla di Jessica, la quale conduce una vita ben organizzata. La svolta arriva quando conosce Danny. Quest’ultimo ha un passato difficile, che porta la protagonista a prendere delle decisioni difficili. Una storia d’amore, vera e drammatica, ma anche speciale.

Vicino all’orizzonte, la storia vera: chi è Jessica, profilo Instagram

Il film Vicino all’orizzonte si basa sull’omonimo bestseller di Jessica Koch. Il libro rappresenta un’autobiografia della scrittrice. Dunque, è lei ad aver vissuto questa toccante storia, che parla dell’incontro tra lei adolescente e Danny Taylor. Tutto quello che racconta il film rappresenta i fatti realmente accaduti, di una relazione che lascia col fiato sospeso, per cui è difficile non trattenere le lacrime. Su Instagram è possibile trovare Jessica tramite il suo account ufficiale @koch_jessy. Dalle foto da lei condivise emerge che oggi la scrittrice ha due figli.


Dove vedere Vicino all’orizzonte?

Il film va in onda su Rai 2 nella prima serata del 17 aprile 2024 ed è disponibile con abbonamento su Prime Video e a noleggio/acquisto su Apple TV, Google Play Film e YouTube.


Vicino all’orizzonte: riassunto della storia

La trama di Vicino all’orizzonte inizia con Jessica Koch che è una 18enne e si innamora di Danny Taylor. Quest’ultimo è un kickboxer e modello di successo. Ma dietro la sua vita perfetta c’è un enorme trauma legato al suo passato, molto delicato. Infatti, Danny è stato picchiato e abusato da suo padre quando aveva 11 anni. A causa di queste violenze, il ragazzo è stato infettato con l’HIV. In quanto è consapevole di non poter avere una relazione normale, cerca di evitare che Jessica si avvicini a lui. La ragazza non si arrende e alla fine anche Danny si innamora di lei.

Inizialmente Jessica non sa nulla sulla malattia di Danny, ma intuisce che le sta nascondendo qualcosa. Quando viene a sapere la verità, resta sconvolta e, allo stesso tempo, decide di stargli accanto. A questo punto, Jessica fa la conoscenza di Tina, una donna che da piccola è stata abusata dal padre. In quanto condividono un passato simile, sono molto legati e dormono sullo stesso letto. Jessica deve accettare questo rapporto e col tempo si lega anche lei a Tina. Quest’ultima, che soffre di dipendenza da droghe, ha una ricaduta quando scopre che suo padre è stato rilasciato di prigione.

Come finisce Vicino all’orizzonte: spiegazione finale

Verso il finale di Vicino all’orizzonte, un giorno Danny trova Tina a casa senza vita. Insieme a Jessica, convive con il dolore di questa perdita. A causa di un altro colpo di sonno, Danny ha un incidente in auto. In ospedale esce fuori che la morte di Tina ha accelerato la sua malattia. I medici credono che abbia dai 3 ai 15 mesi di vita. Il suo corpo nel tempo subirà dei drammatici cambiamenti tra paralisi e cecità. Danny e Jessica fanno comunque il loro viaggio negli Stati Uniti, come avevano deciso. È lì che lui confessa che non farà la terapia per allungare la sua vita.

Dopo il viaggio, Jessica non lo esorta più a cambiare idea e accetta la sua scelta. Successivamente trova una lettera con cui Danny le dice addio. Non solo, le ha lasciato la sua casa e un conto a suo nome. Vicino all’orizzonte finisce con l’addio finale di Danny per Jessica: una poesia di Joseph con Eichendorff, che rappresenta per loro l’inizio della loro relazione, collegato con la linea dell’orizzonte dove avviene l’incontro tra la terra e il cielo, ovvero la vita e la morte. Danny muore e il momento non viene mostrato nel film, che lascia un senso di tristezza e amarezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *